Il clima in Italia

L’APAT ha pubblicato uno studio sul clima in Italia da cui emerge che in Italia l’aumento della temperatura negli ultimi 45 anni (circa 1 °C) è stato superiore alla media globale. Nello stesso periodo il numero medio di notti tropicali (temperatura minima >20 °C) è aumentato di circa il 50% e il numero medio di

L’APAT ha pubblicato uno studio sul clima in Italia da cui emerge che in Italia l’aumento della temperatura negli ultimi 45 anni (circa 1 °C) è stato superiore alla media globale.

Nello stesso periodo il numero medio di notti tropicali (temperatura minima >20 °C) è aumentato di circa il 50% e il numero medio di giorni estivi (temperatura massima > 25 °C) è aumentato del 14%.

Le anomalie di temperatura superficiale, osservate sull’Atlantico Centrale, sono tra le cause della stagione estremamente intensa di cicloni tropicali, che traggono energia dal mare e la loro formazione e alimentazione sono favorite dalla presenza di temperature particolarmente elevate della superficie del mare.

E’ piovuto meno del normale nel settore nord-occidentale, durante i mesi invernali, mentre al Centro, al Sud e sulle Isole la precipitazione annua è stata lievemente superiore alla norma. (Ve le ricordate le siccità della scorsa estate e i danni alle coltivazioni?)

Il 2005 risulta essere il 14° anno consecutivo con anomalia della temperatura positiva. (Secondo me, una anomalia che si ripete così regolarmente non andrebbe classificata più come anomalia, ma dovremmo proprio abituarci alle estati afose…)

A parte la mutante della foto, non ci sono prove certe che esista qualcuno in grado di controllare il clima. Probabilmente è ormai troppo tardi per fermare i cambiamenti climatici in atto, ma non è mai troppo tardi per smettere di peggiorare la situazione.

» Gli indicatori del clima in Italia

I Video di Ecoblog