2007: anno del risparmio

Il 2007 sarà l'anno dell'efficienza energetica. Lo ha annunciato il ministro Pecoraro Scanio aggiungendo che a marzo si terrà la conferenza nazionale su energia e ambiente, mentre in autunno sarà la volta della conferenza nazionale sul clima.

Tra i buoni propositi del ministro, si legge: "l'impegno del nostro Paese per il rispetto delle misure per ridurre i gas serra (obbiettivo, 97 milioni di tonnellate entro il 2012) deve essere pari a quello che ci fu per i parametri di Maastricht a suo tempo da parte della politica e dei cittadini."

Il risparmio e l'efficienza energetica unitamente al ricorso alle fonti rinnovabili potrebbero comportare un taglio del 37,5% delle emissioni totali, cosi' suddivise:


  • 3% per l'uso di energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili

  • 3% per l'uso delle rinnovabili nel condizionamento termico

  • 3% per un uso più efficiente dell'energia per usi generici

  • 5% per un uso più efficiente dell'energia per usi domestici


nel settore terziario:


  • 4% per la maggiore efficienza nel riscaldamento degli edifici

  • 3% per uso di fonti rinnovabili

  • 4% per uso razionale dell'energia elettrica.

Il quadro e' bello, ma mi sembra manchino il settore trasporti, l'agricoltura e l'industria.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: