L’Asia si impegna a ridurre le emissioni

Cina, Giappone, India, Australia, Corea del Sud e altri 10 Paesi hanno firmato la dichiarazione di Cebu (un posto nelle Filippine in cui si è tenuta la conferenza internazionale del Sud Est asiatico) in cui sono indicate le azioni da intraprendere per garantire al sud est asiatico fonti di energia affidabili, adeguate e non al

Cina, Giappone, India, Australia, Corea del Sud e altri 10 Paesi hanno firmato la dichiarazione di Cebu (un posto nelle Filippine in cui si è tenuta la conferenza internazionale del Sud Est asiatico) in cui sono indicate le azioni da intraprendere per garantire al sud est asiatico fonti di energia affidabili, adeguate e non al di sopra delle possibilità economiche dei firmatari.

Ne documento non ci sono obbiettivi per il contenimento delle emissioni di gas serra, ma vi si esprime la volotà di investire nei biocarburanti. Vi sono anche i piani per costruire una rete di distribuzione dell’energia elettrica comune e per un gasdotto che attraversi tutta la regione.

Lo scopo di tutta l’operazione è quello di affrancarsi dalla dipendenza dal petrolio mediorientale.

Il wwf ha già criticato la dichiarazione, sostenendo che la coltivazione del biocarburante andrebbe a danno degli habitat naturali (vi ricordate la storia dell’olio di palma?)

Asian states sign key energy deal on BBC
Biofuels not always good for the environment, says WWF on The Australian
Cebu Declaration on East Asian Energy Security

Ultime notizie su Energia

non per tutte le energie, ma solo per bollette, consumi, distribuzione, rete, ecc

Tutto su Energia →