Seguici su

Clima

Stampa scientifica e non

Al Gore diceva che da una ricerca fatta su 925 articoli relativi ai cambiamenti climatici pubblicati su riviste scientifiche (il 10% del totale) appare che il 100% degli scienziati sia convinto che il riscaldamento globale esista e sia causato dall’uomo, mentre analizzando gli articoli apparsi nella stampa popolare emerge che (nel 57% dei casi) esso o non esita o non sia causato dall’uomo. Sto cercando la fonte della notizia. Nel frattempo eccovi una lettera che Ale mi ha scritto in proposito.

Ciao a tutti,
prima di tutto vorrei ringraziare chi ha partecipato all’anteprima milanese de “An Inconvenient Truth” e alla seguente pizzata.
Detto questo, ieri mattina ho avuto la “fortuna” di avere tra le mani il quotidiano Libero, di Feltri.
A pagina 34 c’è un articolo che fa venire i… brividi.
L’Effetto serra: tante bufale ben inventate, (se nell’Artico i ghiacciai si sciolgono, nell’Antartide la temperatura si abbassa. E’ la legge della natura”).
Si, avete letto bene; prego chi ne ha la possibilità di reperire il quotidiano e leggere l’articolo per intero.
In breve, il geniale Antonio Martino afferma nell’incipit:” E’ tornata di moda, con grande evidenza, una vecchia storia: la terra è colpita dal riscaldamento globale, che è dovuto alle attività umane…”

Insomma, siamo i soliti catastrofisti! Martino afferma che il protocollo di Kyoto è assolutamente inutile: devo dire che ha ragione, o meglio, serve a molto poco, ma, non so come mai, sono convinto che anche poco, pochissimo, sia meglio di niente.

Nelle seguenti 4 mezze colonne si “dimostra” che tutti gli Usa sono contrari a tale protocollo e non solo l’amministrazione Bush (vero, ma cosa cambia??) e soprattutto che “è certo che le variazioni climatiche non sono antropogeniche, ma perlopiù dovute a fenomeni naturali e sono perlomeno dubbie le dimensioni del problema”. Insomma, per Antonio è perlopiù un problemuccio o perlomeno una baggianata, poco importa che mentre scrivo a Londra ci sia gente che si attacca ai pali della luce per non volare via, spazzata da fenomeni che in Europa non dovrebbero esistere; poco importa se le possibilità di tsunami aumentano esponenzialmente e poco importa se siamo a gennaio e a Milano ci sono 16 gradi…

Concludo citando la chiosa del “giornalista” Martino: “il verdismo, la propalazione acritica di profezie di catastrofi imminenti dovute alle attività umane, è un fenomeno pericolosamente reazionario, contrario a tutte le attività umane: la costruzione di case (cementificazione), infrastrutture (deturpano il paesaggio), energia nucleare (pericolosa), centrali tradizionali o industrie (inquinano), agricoltura moderna (OGM, no grazie!), e ricerca scientifica. Siamo in presenza forse del pericolo maggiore per le nostre libertà, il nostro benessere e lo sviluppo nell’intera storia dell’umanità.” Le parentesi sono sue…

Invito tutti i lettori del blog a rispondere al signor Martino, manifestandogli educatamente le nostre, leggerissime, perplessità: [email protected].

Ale

Adesso, che qualcuno che non vuole cambiare abitudini e modo di pensare per continuare “business as usual”, che non legge Nature o Science e che non ha mai considerato la tecnologia ecologica mi venga a dare della “reazionaria”, contraria alla scienza e mi appiccichi l’etichetta di “pericolo pubblico” mi fa scompisciare (scusatemi, ma non riesco a prenderlo sul serio!)

Ultime novità

Animali11 anni ago

Galline ovaiole ancora in gabbia: l’Europa ci mette in mora

All'Italia con altri 19 paesi membri arriverà una bella letterina di messa in mora, ossia una consistente multa per non...

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban, qui giace il protocollo di Kyoto

COP17, una lapide per il protocollo di Kyoto?

EcoComunicazione11 anni ago

Ecogeo l’app della Regione Piemonte geolocalizza servizi per l’ambiente

Una nuova app della Regione Piemonte per iPhone permette di conoscere la localizzazione di ecocentri, punti per l'acqua pubblica, colonnine...

Clima11 anni ago

EEA, la hit delle 191 industrie che inquinano di più l’aria in Europa

L'Agenzia europea per l'Ambiente ha stilato la classifica delle 191 industrie pesanti che inquinano l'aria: tra le italiane al 18esimo...

Animali11 anni ago

Bravo Napolitano che nomina Jane Goodall Grande Ufficiale della Repubblica Italiana

la signora delle scimmie jane goodall è stata nominata grande ufficiale della repubblica italiana dal presidente giorgio napolitano

Associazioni11 anni ago

Durban, Greenpeace spedisce una cartolina a Clini dal caos climatico

Una cartolina a Clini dal caos climatico

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban: si discute di Kyoto o di economia?

protocollo di kyoto e cambiamenti climatici a Durban, ma si discute anche di economia delle emissioni

Inquinamento11 anni ago

Regione Puglia: i rifiuti saranno bruciati da nuovi inceneritori

sei nuovi impianti per l'incenerimento in Puglia, la regione sembra abbandonare ogni progetto di raccolta differenziata e riciclo

Foto & video11 anni ago

Natale, luminarie a LED sugli Champs-Elysées alimentate dal fotovoltaico

Miracolo del risparmio energetico e estetico sugli Champs-Elysées a Parigi per le luminarie natalizie

Politica11 anni ago

A Bari le Cartoniadi e a Capannori la Tia personalizzata: guadagnare soldi dai rifiuti

i comuni si attrezzano per guadagnare soldi dai rifiuti, coinvolgendo i cittadini in un araccolta differenziata molto intensa