L'erba del GP d'Australia

erba secca al GP d'AustraliaUn lettore (Auriga) ci informa che a Melbourne non si userà più acqua potabile per preparare la pista di automobilismo.

Melbourne ha problemi di approvvigionamento idrico (stanno avendo una estate piuttosto secca) e l'irrigazione delle vie di fuga in erba per il GP d'Australia e' sotto accusa.

Il direttore dell'Australian Grand Prix Corporation, Tim Bamford, ha dichiarato "Per l'irrigazione dell'erba nelle vie di fuga e nelle altre zone ad alto traffico pedonale verranno utilizzate, nel corso del weekend, delle autocisterne contenenti acqua piovana o proveniente dall'Albert Park Lake. Un manto erboso sano e' fondamentale per la pista, in quanto riduce notevolmente lo sporco e i detriti sulla sede stradale e crea una superficie piatta e sicura in caso di uscita di pista".

"Inoltre -ha proseguito- mantenere l'erba nelle aree pedonali permette di creare un ambiente più sano e meno sporco, e consente di diminuire il tempo necessario a risistemare l'Albert Park dopo il weekend. Tuttavia -ha concluso- per queste attività non verrà più utilizzata acqua potabile". L'organizzazione ha stimato che il consumo di acqua potabile durante il weekend di gara verrà cosi' ridotto del 70%.

L'acqua sarà usata anche nelle prossime 8 settimane per abbattere le polveri sollevate dai pedoni. Il livello del lago scenderà di circa 1,5 cm, a marzo. Danny Marrinon, commodoro dell'Albert Park Yacht Club, sostiene che presto l'acqua sarà troppo bassa per poter andare a vela nel lago ed e' (ovviamente) contrario al prelievo.

Chris Hardman, manager del Victoria Park, racconta che i guardaparco stanno già attingendo al lago per soccorrere le piante stressate dall'aridità e ridimensiona il danno che il prelievo per il GP potrebbe provocare "corrisponde all'evaporazione naturale di un paio di giornate calde".

via | F1GrandPrix

» Melbourne controversy on Planet F1

» Grand Prix in choppy waters on the Herald Sun

  • shares
  • Mail
15 commenti Aggiorna
Ordina: