Pipistrelli in pericolo a causa dei pesticidi

Il 2012 è l'anno dedicato dall'UNEP al pipistrello, supereroe nella lotta biologica alle zanzare tanto da essere assoldato in diverse città italiane, tra cui Milano, per combattere l'infestazione estiva degli insetti e contenere la diffusione di malattie infettive.

Il pipistrello è cruciale non solo per il contenimento della popolazione di zanzare ma anche per il mantenimento degli equilibri ecosistemici ed ha un estremo bisogno di protezione dal suo nemico numero uno: la perdita di habitat causata dall'urbanizzazione delle campagne e dall'inquinamento. Per offrire un rifugio ad un pipistrello, provate a costruire una bat-box e piazzatela in giardino o sul terrazzo. Un recente studio dell'Università di Koblenz-Landau, pubblicato sulla rivista Environmental Toxicology and Chemistry, ha accertato che ad insidiare i Chirotteri concorrono anche i pesticidi che stanno decimando le popolazioni di pipistrelli in tutta Europa.

Dieci delle diciannove specie native della Germania figurano tra gli animali a rischio di estinzione. I pipistrelli sono specie protetta in Europa eppure i pesticidi letali per l'ordine non sono regolamentati e non si attuano valutazioni sull'impatto a breve, medio e lungo termine dei pesticidi sulle diverse specie.

Molti degli studi sui pipistrelli vengono effettuati in aree protette o in foreste e tralasciano la salute delle popolazioni in contesti di agricoltura intensiva. Lo studio tedesco ha analizzato la dieta dei pipistrelli in un frutteto, scoprendo che un principio attivo dei pesticidi, noto come fenoxycarb, penetra nella catena alimentare del pipistrello tramite i residui contenuti negli insetti di cui si nutre.

Il fenoxycarb inibisce la crescita degli insetti. L'impatto è più grave per i pipistrelli che si nutrono di ragni e insetti presenti sulle foglie degli alberi da frutto. I Chirotteri sono particolarmente vulnerabili all'inquinamento per via della loro longevità e del tasso di riproduzione lento, raramente infatti generano più di un piccolo all'anno. I ricercatori chiedono studi su larga scala sull'impatto dei pesticidi sui pipistrelli e l'inclusione dei Chirotteri nelle valutazioni del rischio ambientale dei pesticidi.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail