Siccità atomica, in Kansas la centrale nucleare rischia la chiusura

siccità centrale nucleare

Mentre stiamo ancora a dibattere su nucleare sì/nucleare no, il clima sempre più arido a volte non lascia altra scelta che arrestare temporaneamente i reattori. È quanto potrebbe succedere in Kansas (USA) nell'unica centrale nucleare dello Stato: l'impianto di Wolf Creek, vicino Burlington.

La siccità sta infatti mettendo in ginocchio non solo l'agricoltura e gli allevamenti ma anche i gestori della centrale, che potrebbero vedersi costretti a sospendere la produzione di energia a causa della scarsità di risorse idriche.

Le previsioni del Kansas Water Office non sono affatto incoraggianti: entro il primo novembre prossimo, se la siccità non dovesse attenuarsi, uno dei principali bacini idrici utilizzati per raffreddare l'impianto potrebbe raggiungere livelli così bassi da non poter più fornire acqua alla centrale. Stando a quanto dichiarato da Karl Lewis del Kansas Water Office, le proiezioni dipingono le scenario peggiore ovvero che i livelli delle acque del lago si abbassino fino ad appena il 5% della sua capacità. Il lago sarebbe prosciugato per il 95%.

I gestori dell'impianto si affrettano a rassicurare: i livelli di acqua in progressivo abbassamento della John Redmond Reservoir non rappresentano un rischio per la sicurezza. Riguardo alla piena operatività della centrale, invece, confermano che è a rischio e che i reattori potrebbero essere spenti per consumare meno acqua. Le previsioni meteorologiche a lungo termine non prevedono precipitazioni di grande portata per tutto l'autunno. Oltre al bacino di John Redmond, anche la Cheney Reservoir, che fornisce acqua alla città di Wichita, scenderà al 60% della sua capacità, mentre Tuttle Creek toccherà il 50% entro il primo novembre.

L'impianto di Wolf Creek fornisce energia a gran parte del Kansas orientale e del Missouri occidentale, garantendo elettricità ad oltre 800 mila abitazioni. Se la centrale fosse costretta a chiudere per un periodo di tempo prolungato, le tre utilities che possiedono l'impianto si vedrebbero costrette ad acquistare energia altrove per compensare le perdite di Wolf Creek.

Via | Lawrence Journal World
Foto | Kansastravel.org

  • shares
  • Mail