Alla Biennale di Venezia il Warkawater torre collettore di acqua

WarkaWater la torre che serve a catturare acqua dall'aria è considerata la principale attrazione alla mostra Traces Of Centuries & Future Steps aperta in queste ore a Palazzo Bembo a Venezia per la 13.ma Biennale di Architettura.

WarkaWater è un collettore di acqua che entrerà in uso in Etiopia: in sostanza è costruita con sottili canne di bambù e fil di ferro e occorrono 6 uomini per metterla in piedi; è alta 9 metri, larga 8 metri e pesa 40 chili e può essere costruita in 3 giorni. Il tessuto che la riveste all'interno si ispira alla stenocara e progettato da Andrew Parker del Natural History Museum di Londra e brevettato con Chris Lawrence dell'azienda inglese QinetiQ. Gli architetti che l'hanno progettata e costruita sono Arturo Vittori e Andreas Vogler.

Al momento sono installati 2 prototipi: il Warka01 costruito con l'Istituto etiope di Architettura, Edilizia e lo Sviluppo della Città EiABC di Addis Abeba University e il Warka02 costruito a giugno in collaborazione con l’Università IUAV di Venezia.

Via | GalileoNet, La città
Foto | Architecture and Vision

  • shares
  • Mail