Alimentazione insostenibile, l'era del cibo low cost è finita

All'aumento della popolazione mondiale, di per sé preoccupante in un mondo afflitto dai cambiamenti climatici e dal sovrasfruttamento delle risorse, si aggiunge un dato ulteriormente angosciante: i nuovi nati hanno fame... di carne. Il consumo di carne nei Paesi in crescita è in vertiginoso aumento. In Cina, in India ed in Brasile prendono piede le diete iperproteiche occidentali. La diretta conseguenza è l'aumento della pressione sulle materie prime agroalimentari, già compromesse dalla siccità che ha fatto crollare i raccolti, con cento milioni di tonnellate di mais in meno del previsto solo negli Stati Uniti.

La carne si fa sempre più costosa per l'ambiente e per i consumatori. Occorrono 7 kg di grano per produrre 1 kg di carne di manzo e 4 kg per produrre 1 kg di carne di maiale, richieste che si sommano alla domanda crescente di materie prime agricole per il mercato dei biocarburanti e per il mercato alimentare. Risorse non disponibili. L'acqua scarseggia ed i Paesi in via di sviluppo non possono sostenere i costi di tecnologie irrigue a risparmio idrico.

Così, se l'ultimo decennio ha visto la fine del petrolio a buon mercato, volano di crescita economica dopo la seconda guerra mondiale, l'aumento dei prezzi di mais, frumento e soia di quest'estate, il terzo picco degli ultimi cinque anni, porterà alla fine dell'era del cibo low cost.

La soluzione alla crisi alimentare, ambientale ed energetica non è facile e certo la negazione del problema non aiuta, si continua a parlare di crisi economica ma è solo guardando in faccia la crisi ecologica che ne usciremo. Le strade percorribili sono due: con le implicazioni etiche ed ambientali ben note, si può ricorrere alle colture geneticamente modificate o addirittura alla carne artificiale per sopperire con le manipolazioni alla mancanza di materie prime e rifornire un mondo sempre più vorace e carnivoro. Oppure, imboccare una via d'uscita ecologicamente sostenibile: abbassare la pressione sui terreni optando per l'agricoltura organica, abbandonare i biocarburanti di prima generazione, smetterla di crescere e mangiare meno carne.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: