Carta dei diritti della pastorizia

fiera dei sistemi pastorali e carta della pastorizia

Provincia, Camera di Commercio, Fiera di Foggia, Federparchi e l’Associazione Nazionale “Formaggi sotto il Cielo” stanno organizzando la fiera dei sistemi pastorali.

In particolare il comitato si occuperà di tratteggiare le linee della “Carta dei diritti della Pastorizia”, un vademecum che potrà aiutare tutti gli organismi coinvolti nella valorizzazione dei sistemi pastorali.

Eccovi un sunto dei problemi affrontati nella carta:

Spesso le produzioni dei sistemi pastorali sono considerate non a norma, in qualche caso pericolose, e comunque il risultato di sistemi in cui tutto è precario. Invece la ricerca ha dimostrato che è esattamente il contrario, anzi, nei sistemi intensivi ci sono problemi sanitari legati all’inquinamento piuttosto preoccupanti. Occorre quindi riproporre questi risultati ed elaborare una sorta di decalogo della qualità.

Le terre in cui si svolgeva la transumanza sono spesso pubbliche e soggette all’uso collettivo. Spesso le norme di gestione sono comunali e riguardano il solo diritto di fida pascolo, non la gestione e la valorizzazione dei territori e dei prodotti. Si può migliorare lo status quo con una gestione più collettiva.

I problemi della pastorizia riguardano il territorio: in Italia stanno scomparendo i tratturi e qualche regione ha legiferato in materia (La Spagna li protegge per legge).

Un luogo comune accettato dagli stessi pastori è che il pascolo e l’animale distruggono l’ambiente e sono la causa dell’avanzamento della desertificazione. Sappiamo che non è vero, anzi è proprio la presenza dell’animale sui pascoli che permette il controllo del territorio e la qualità dell’ambiente.

Su quest'ultimo punto avrei da ridire: sono alcune pratiche sconsiderate di pastorizia primitiva come il "bruciare il sottobosco" a mettere a rischio l'ambiente. Una gran parte degli incendi che i miei amici volontari dell'AIB devono spegnere ogni anno sono causati intenzionalmente da pastori che credono di far del bene al bosco, consentendone il rinnovamento.

Via | Garganopress

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: