Scolpire alberi vivi

Richard Reames piega i rami di alberi e cespugli per ottenerne sculture viventi.

La sua arte si chiama arboscultura ed utilizza tecniche tipiche del bonsai per dare forma ai rami. A differenza del bonsai non ha lo scopo di miniaturizzare le piante. Esistono somiglianze anche con la topiaria, l'arte di scolpire le siepi in forme geometriche, molto in voga nei giardini all'italiana di qualche secolo fa.

Richard fa crescere le essenze che intende "scolpire" in posizioni attentamente studiate. Ad esempio, per ottenere una poltrona, fa radicare dei rami ancora flessibili sul posto dove sorgerà la scultura e poi li piega, mettendoli in forma con dei tiranti o delle imbracature. Attende qualche anno fino a quando i rami non si sono accresciuti e irrobustiti e a quel punto la scultura e' pronta.

Al momento sta costruendo una nave (che ovviamente non si muoverà dal giardino in cui la sta facendo crescere) e sta pensando a come costruire una casa di legno vivente. Ha già sperimentato l'inclusione delle tubature nel legno e pensa di procedere allo stesso modo per tutti i cablaggi.
In Germania ci sono due tizi (Konstantin Kirsch and Herman Block) che hanno già piantato 1.300 frassini dando forma ad una casetta di 5 locali più bagno e un olandese (Marinus Boezem) ha piantato un bosco ispirato alla cattedrale di Notre Dame.

» Sito e Blog di Richard Reames
» Arborsculpture on wikipedia
» Plantware: tutto quello che potete immaginare piegando una pianta.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: