Seguici su

Carburanti

Domenica 25 febbraio, blocco del traffico in tutto il Nord Italia



Che lo si definisca un’azione simbolica o un’iniziativa senza precedenti, il blocco totale del traffico del Nord Italia sta per prendere il via. Domani 25 febbraio in tutte le regioni del Bacino padano auto ferme dalle 8 alle 20 (con qualche variazione tra regione e regione). Potranno circolare i veicoli elettrici, ibridi, a metano e a gpl, Euro 4 a benzina e diesel purché dotati di filtri antiparticolato.

Il blocco rappresenta uno dei punti previsti dal Patto Antismog firmato lo scorso 7 febbraio da Lombardia, Piemonte, Veneto, Emilia Romagna e province autonome di Trento e Bolzano. L’annuncio del fermo delle auto e del patto su Ecoblog aveva portato a reazioni contrastanti sull’efficacia (in termini di riduzione dell’inquinamento e di sensibilizzazione dei cittadini al problema) dell’iniziativa. Chissà se i nostri lettori si ritrovano nei risultati di un sondaggio condotto da Legambiente e Ipr marketing sul parere degli italiani in merito al blocco di domani.

L’83% degli intervistati definisce la domenica ecologica una decisione giusta, ma per il 62% non è sufficiente a risolvere il problema. Qualche critica arriva sulle deroghe: il 70% del campione ritiene che non debbano essere esclusi dal divieto di circolazione gli euro 4, mentre solo il 22% considera giusta la limitazione. E anche se tutto il parco auto venisse convertito in euro 4, per il 40% non se ne avrebbe un grande impatto positivo sull’inquinamento dell’aria. Legambiente fa però notare che “il 70% (con punte del 74% nel centro-sud-isole) sia a favore di un blocco totale delle auto, compresi gli innovativi modelli euro4. Va però considerato che tale dato manifesta la scarsa informazione che hanno i cittadini sull’ecologia delle auto euro 4, percepite appunto quasi come vetture a inquinamento zero. Infatti il 46% degli italiani ritiene che se tutti acquistassero una automobile euro 4 l’emergenza inquinamento scomparirebbe, il che non è vero”.

Forse è davvero inutile parlare di euro 4 se poi, come rivela il WWF, il tasso medio di motorizzazione nell’Italia settentrionale è cresciuto di oltre il 50% (da 380 a 585 autovetture ogni 1000 abitanti), ma contemporaneamente i passeggeri sulla ferrovia sono aumentati solo del 13%. Per l’associazione infatti il problema è che mentre gli investimenti su strade e autostrade continuano a crescere (con un + 25% in dieci anni) quelli nella ferrovia subiscono un taglio progressivo (- 2% in dieci anni)! Contro il soffocamento delle città il WWF ha messo a punto un decalogo che parla di potenziamento ferroviario e del trasporto pubblico, motori a metano e ibridi e pianificazione territoriale, “azioni concrete per governare la mobilità nella megalopoli padana.”, ha detto Fulco Pratesi presidente dell’associazione.

» Il Patto Antismog dalla Regione Piemonte
» Legambiente
» WWF

Ultime novità

Animali11 anni ago

Galline ovaiole ancora in gabbia: l’Europa ci mette in mora

All'Italia con altri 19 paesi membri arriverà una bella letterina di messa in mora, ossia una consistente multa per non...

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban, qui giace il protocollo di Kyoto

COP17, una lapide per il protocollo di Kyoto?

EcoComunicazione11 anni ago

Ecogeo l’app della Regione Piemonte geolocalizza servizi per l’ambiente

Una nuova app della Regione Piemonte per iPhone permette di conoscere la localizzazione di ecocentri, punti per l'acqua pubblica, colonnine...

Clima11 anni ago

EEA, la hit delle 191 industrie che inquinano di più l’aria in Europa

L'Agenzia europea per l'Ambiente ha stilato la classifica delle 191 industrie pesanti che inquinano l'aria: tra le italiane al 18esimo...

Animali11 anni ago

Bravo Napolitano che nomina Jane Goodall Grande Ufficiale della Repubblica Italiana

la signora delle scimmie jane goodall è stata nominata grande ufficiale della repubblica italiana dal presidente giorgio napolitano

Associazioni11 anni ago

Durban, Greenpeace spedisce una cartolina a Clini dal caos climatico

Una cartolina a Clini dal caos climatico

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban: si discute di Kyoto o di economia?

protocollo di kyoto e cambiamenti climatici a Durban, ma si discute anche di economia delle emissioni

Inquinamento11 anni ago

Regione Puglia: i rifiuti saranno bruciati da nuovi inceneritori

sei nuovi impianti per l'incenerimento in Puglia, la regione sembra abbandonare ogni progetto di raccolta differenziata e riciclo

Foto & video11 anni ago

Natale, luminarie a LED sugli Champs-Elysées alimentate dal fotovoltaico

Miracolo del risparmio energetico e estetico sugli Champs-Elysées a Parigi per le luminarie natalizie

Politica11 anni ago

A Bari le Cartoniadi e a Capannori la Tia personalizzata: guadagnare soldi dai rifiuti

i comuni si attrezzano per guadagnare soldi dai rifiuti, coinvolgendo i cittadini in un araccolta differenziata molto intensa