Il Giappone sospende la caccia alle balene!

Le baleniere giapponesi interrompono la cacciaLe baleniere giapponesi stanno facendo rotta verso i porti di casa, fuori dalla zona di caccia in Antartide.

L'Esperanza, la nave ammiraglia di Greenpeace che aveva cercato di porsi fra la baleniera e le balene, ha scortato la Nisshin Maru fin oltre il 60esimo parallelo.

Tanto per ribadire la propria opinione in materia, dall'Esperanza è stato inviato alla Nisshin Maru questo messaggio (che trovate in inglese nel blog di greenpeace): "Prendiamo atto del dolore causato dalla perdita di un membro del vostro equipaggio e prendiamo atto del lavoro che avete fatto giorno e notte per riparare la vostra nave, ma questa dev'essere l'ultima volta che il vostro governo vi manda in mare a caccia di balene e a minacciare l'ambiente antartico.

Che questo non si ripeta più, per il bene dell'ambiente, delle balene e del vostro stesso equipaggio!"

Tornano in porto anche le altre baleniere giapponesi. Quest'anno la caccia si chiude a quota 508, invece che 860. 505 balenottere minori (Balaenoptera acutorostrata) e 3 balenottere comuni (Balaenoptera physalus, che tanto comune ormai non è più)

Sulla Nisshin Maru sperano ancora di riparare in tempo la nave per ripartire a maggio, per l'apertura della caccia nel Pacifico settentrionale.

Via | Greenpeace

  • shares
  • Mail
48 commenti Aggiorna
Ordina: