Rapporto Ambiente Italia 2007

post ambiente italia - panorama

Oggi a Roma è stato presentata la 27esima edizione del Rapporto Ambiente Italia, curato da Legambiente e Istituto di Ricerche Ambiente Italia. Il rapporto rappresenta un appuntamento annuale di verifica dello stato di salute dell’ambiente nel nostro paese.
Quest’anno per l’Italia arriva una bella bocciatura alla prova dei 100 indicatori presi in esame.

Primo punto: rinnovabili ed emissioni. Meno 6% di energia prodotta da fonti rinnovabili e +12,1% di emissioni di CO2 rispetto al 1990. Le fonti fossili ancora coprono l’88% dei consumi energetici, l’eolico rallenta. Kyoto è sempre più lontano per l’Italia.

Secondo punto: i trasporti. Secondo il rapporto l’Italia è il paese europeo dove le persone si spostano di più a motore. L’auto copre l’82% della domanda per il trasporto terrestre. Ci sono 60 macchine ogni 100 abitanti, ma solo 24 biciclette ogni 1000.

Terzo punto: i rifiuti. Finiscono in discarica 291 chili per abitante ogni anno, contro i 221 della media europea. La raccolta differenziata è al 25% ben sotto la soglia di legge, con una situazione buona al nord, pessima al sud.

Quarto punto: abusivismo edilizio. Il condono del 2005 ha dato uno slancio alle costruzioni illegali, gli edifici condonati sono stati il 109% in più rispetto al 2000.

Le buone notizie (per fortuna ci sono anche quelle): in Italia la superficie agricola coltivata a biologico è doppia rispetto alla media europea, aumentano le certificazioni ambientali, le aree protette sono quasi l’11% del territorio nazionale.

Il rapporto sarà in vendita dal 6 Marzo, nel frattempo si possono consultare i numeri e dati aggiornati su www.osservatorioambienteitalia.it

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: