Piscina olimpionica ed eco-sostenibile a Pechino

design futuristico per la piscina olimpionica di Pechino

Quella che vedete e' la piscina che stanno costruendo a Pechino per ospitare i giochi olimpici del 2008. L'edificio ricorda le bolle di sapone e allude ad un gioco altamente scientifico.

Il materiale utilizzato per le pareti esterne si chiama ETFE ed e' una particolare specie di Teflon che reagisce al colore del cielo, cambiando il proprio. Inoltre permette di catturare il 20% dell'energia solare incidente sul palazzo e di utilizzarla per riscaldare l'acqua delle vasche. Durante il giorno lo stabile e' illuminato da luce naturale, riducendo al 55% i consumi di elettricità per l'illuminazione.

Pechino sorge in una zona di scarse risorse idriche: per non aggravare questo problema l'80% dell'acqua piovana, raccolto sul tetto del Beijing Water Cube, viene riciclato e utilizzato. Sono stati progettati anche molti sistemi atti a scambiare calore per ridurre al minimo i consumi dovuti al ricambio dell'aria.

A progettare e costruire questa meraviglia sono stati gli architetti di Arup, che stanno portando avanti anche la costruzione della prima città eco-sostenibile cinese, Dongtan vicino a Shangai, di cui avevamo parlato su ecoblog nel 2005.

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: