L'inverno più caldo degli ultimi 200 anni

inverno caldo da recordL'ISAC (Istituto di Scienze dell'Atmosfera e del Clima) ha reso noti i dati sull'inverno appena trascorso: e' stato il più caldo degli ultimi 200 anni.

In Abruzzo e sulle Alpi gli orsi hanno saltato il letargo (vi ricordate quella famigliola che se ne andava a spasso vicino alle piste da sci?) e in Val d'Aosta gli stambecchi sono già saliti oltre i 2500 metri, cosa che di solito fanno d'estate. Numericamente parlando si tratta di un aumento delle temperature di 2,27°C rispetto alla media del periodo 1961-1990.

La circolazione dell'aria ha subito cambiamenti a scala continentale: non sono arrivate fino a noi le masse d'aria fredda della Siberia, non sono arrivate le piogge (diminuite del 25%) e il vento di tramontana ha registrato un calo del 30%. La scarsità di neve ha messo in difficoltà gli organizzatori di molte manifestazioni (come le cispolade).

Coldiretti si lamenta perché la maturazione anticipata di ortaggi e la relativa grande offerta sul mercato, ha fatto crollare i prezzi. Il lato positivo della faccenda e' che i consumatori possono acquistare prodotti italiani freschi, invece di quelli importati.

» Isac-Cnr: l'inverno più caldo dal 1800 su MontagnaTV
» Mai così caldo in marzo negli ultimi 2 secoli sul CorSera

  • shares
  • Mail
18 commenti Aggiorna
Ordina: