Fagiani stressati dai fuoripista

Sport invernali e stress degli animali selvaticiUno studio austro-svizzero ha accertato che i fagiani di monte (Tetrao tetrix) sono stressati. la colpa sarebbe degli amanti della natura selvaggia.

"L'escursionismo fuoripista (snowboard "free ride", sci o racchette) disturba tutti gli animali del bosco. Le più sensibili sono le specie che non vanno in letargo siccome si spaventano al minimo rumore. Questo implica uno stress supplementare che si aggiunge alle soventi difficili condizioni invernali", spiega Joanna Schönenberger del WWF Svizzera.

Raphaël Arlettaz, biologo all'Università di Berna, correla la distribuzione ecologica del fagiano (brughiere, pascoli boschivi situati tra la foresta subalpina e i prati di alta quota) con le preferenze degli amanti del fuoripista. I livelli di corticosterone (ormone della paura) nelle feci dei fagiani il cui territorio e' frequentato dagli escursionisti sono più alti del 20% rispetto a quelli riscontrati nei fagiani che vivono indisturbati.

Per confermare quanto riscontrato, ad alcuni fagiani sono stati applicati dei radiocollari e in determinati gironi sono stati appositamente disturbati, simulando il passaggio di persone. In quei giorni il livello di corticosterone aumentava del 60% rispetto alle giornate normali.

Petra Vögeli, esperta ambientale presso il Club alpino svizzero, auspica la pacifica convivenza tra sport alpini e fauna selvatica. "La soluzione sta nella sensibilizzazione. A questo proposito abbiamo pubblicato un opuscolo destinato a chi ama uscire dai sentieri battuti. L'inverno senza neve, come quello di quest'anno, è un bene per molti animali. La presenza di meno gente in montagna ha portato loro un po' di tranquillità."

Via | SwissInfo

» Spreading free-riding snow sports represent a novel serious threat for wildlife

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: