Anticipato il rapporto ONU sul clima

L’IPCC (Intergovernmental Panel on Climate Change) ha anticipato la pubblicazione del rapporto che avrebbe dovuto essere approvata e rilasciata il 6 aprile prossimo, a Bruxelles. La nuova parte del rapporto sul clima tratta degli effetti sulla natura e sull’uomo. Il Corriere titola “Tre miliardi di persone senza acqua“, tanto per dare un’idea della gravità della

L’IPCC (Intergovernmental Panel on Climate Change) ha anticipato la pubblicazione del rapporto che avrebbe dovuto essere approvata e rilasciata il 6 aprile prossimo, a Bruxelles.

La nuova parte del rapporto sul clima tratta degli effetti sulla natura e sull’uomo. Il Corriere titola “Tre miliardi di persone senza acqua“, tanto per dare un’idea della gravità della situazione e al Tg il servizio mandato in onda diceva più o meno che la siccità renderà inabitabili molte terre africane e sudamericane.
Entro il 2020 centinaia di milioni di africani e decine di milioni di sudamericani moriranno di sete o emigreranno per non morire. Entro il 2030 a questi si aggiungeranno un miliardo di asiatici.

Come piccoli effetti positivi, la produzione di soia e riso in America latina dovrebbe iniziare a crescere già a partire dai prossimi due anni e anche nell’emisfero Nord ci sarà un aumento temporaneo della produttività agricola che potrebbe durare fino al 2080, quando le temperature medie potrebbero essere cresciute da 4˚a 6˚, e in tutto il mondo circa 3 miliardi di persone avranno seri problemi.
A quel tempo 100 milioni di persone all’anno saranno inondate dalle acque dei mari, che aumenteranno di livello, e un numero di persone tra i 200 e i 600 milioni potrebbe essere affamato per via delle condizioni climatiche.

Entro il 2100 metà di tutte le specie vegetali europee potrebbe essere estinto o in pericolo.
Il rapporto ha iniziato ad essere chiamato “il libro dell’Apocalisse”.

» Climate Report Warns of Drought, Disease by AP

Ultime notizie su Clima

Cambiamenti climatici e gas serra

Tutto su Clima →