Pellet? No, mais!

mais da bruciare al posto del pelletUno studente del MIT, John Pendray, ha approfondito la questione per quanto riguarda l'etanolo, conducendo uno studio sulla convenienza economica del mais da riscaldamento.

John voleva capire se conviene coltivare mais e convertirlo in etanolo, oppure se conviene piuttosto bruciare direttamente le pannocchie (ovviamente non si parla del mais da tavola, ma di quello prodotto appositamente per ricavarne etanolo).

Ambientalmente parlando, la risposta è netta: conviene il mais. Una caldaia mista mais/pellet emette il 75% di anidride carbonica in meno rispetto ad un'equivalente caldaia a gasolio. Se invece dal mais viene prima sintetizzato l'etanolo da bruciare in caldaia, si finisce per emettere nell'atmosfera – considerando anche la fase produttiva – la stessa quantità di CO2 emessa da una caldaia a gasolio.

In termini di spesa, il discorso non cambia. Per produrre una gigajoule di energia, nel 2005 erano necessari $13,76 di gasolio, $8 di pellet e solo $6 di mais. Riscaldare a mais costa dunque ¼ meno che riscaldare a pellet (almeno ai prezzi del 2005). Il consiglio di Pendray è di comprare una caldaia mista mais/pellet, così da poter far fronte ad eventuali e temporanei aumenti del prezzo del mais dovuti a cattive annate. Negli Stati Uniti una caldaia mais/pellet costa circa $1500 dollari in più di una caldaia a gasolio, ma per il ricercatore del MIT il ritorno dell'investimento è assicurato (a meno che non scenda il prezzo del petrolio, ma è forse più facile che un cammello passi dalla cruna di un ago).

Come ricordava Pentolaccia qualche giorno fa, ormai sono in molti a dubitare dell'utilità ecologica dei biocarburanti.
Ora sappiamo che bruciare mais conviene - ambientalmente ed economicamente - rispetto all'impiego dell'etanolo: purtroppo però gli altri problemi che affliggono i biocombustibili (reperimento dei terreni per la coltivazione, uso dei pesticidi, diminuzione della biodiversità, etc...) rimangono irrisolti.

[Matteo Razzanelli]

Via | Wired

» Produrre biodiesel dal mais costa il 29% più energia di quella ottenuta. (secondo due ricercatori USA)
» Produrre etanolo dal mais rende il 167% dell'energia impiegata. (secondo i coltivatori di cereali negli USA)

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: