Sicilia, rinasce il progetto “Archimede”

Progetto Archimede“La svolta sul solare''. Così il ministro per l’ambiente Alfonso Pecoraro Scanio ha definito il protocollo di intesa oggi firmato da Enel ed Enea per il via libera al progetto “Archimede”. Si tratta dell’impianto (primo al mondo) che integrerà un ciclo combinato a gas con un impianto solare termodinamico che sorgerà presso la centrale Enel di Priolo Gargallo in provincia di Siracusa. Che il ritorno in Italia del premio Nobel per la fisica, Carlo Rubbia, stia producendo i suoi frutti? Dopo il disinteresse italiano sul progetto, Rubbia si era rifugiato in Spagna, e invece oggi siamo noi a vantarci della notizia.

L’impianto rappresenta la prima applicazione a livello mondiale di integrazione tra un ciclo combinato a gas e un impianto solare termodinamico. Archimede consentirà di produrre energia elettrica aggiuntiva di fonte solare capace di soddisfare il fabbisogno annuale di 4.500 famiglie; un risparmio di circa 2.400 tonnellate equivalenti di petrolio all’anno e minori emissioni di anidride carbonica per circa 7.300 tonnellate all’anno. Il tutto grazie ad un investimento di oltre 40 milioni di euro.

Per quanto riguarda i tempi di realizzazione bisognerà attendere il 2009, quando verrà realizzato un modulo da 5 Megawatt e consentirà di produrre energia elettrica aggiuntiva di fonte solare capace di soddisfare il fabbisogno annuale di 4.500 famiglie.

Via | Enea

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: