Seguici su

Agricoltura

Finanziamento per salvare il Lago Aral


Il lago d’Aral era il quarto bacino interno più grande del mondo, prima del dopoguerra. A quel tempo il governo centrale russo fece deviare due fiumi (l’Amu Darya e il Syr Darya), immissari del bacino, per irrigare i campi di cotone in Kazakistan e Uzbekistan. Da allora il lago ha iniziato a prosciugarsi.

La prima foto e’ stata scattata dallo Shuttle nel 1985, la seconda dall’Envisat nel 2003. Il lago si e’ ridotto del 75%. Si sapeva fin dall’inizio che il lago si sarebbe prosciugato, ma tutta quell’acqua era considerata una risorsa non sfruttata, un errore della Natura da correggere.

La scomparsa del Lago d’Aral e’ considerata dalle Nazioni Unite il peggior disastro ambientale provocato dall’uomo. Migliaia di persone hanno abbandonato la zona, per via della riduzione del lago. Il clima e’ cambiato e alcune specie endemiche sono scomparse.

Negli anni ’90 il governo kazako ha chiesto un finanziamento di 68 milioni di dollari alla banca mondiale per costruire una diga di 13 km e salvare almeno la sua parte di lago (l’altra e’ in territorio uzbeko). La diga ha funzionato abbastanza, consentendo di recuperare un 40% delle acque. Non abbastanza da riportare in funzione il porto di Aralsk, che ora si trova ancora a 40 km dall’acqua. Ora si pensa di costruire una seconda diga, utilizzando un nuovo prestito da 168 milioni di dollari; i lavori dovrebbero finire nel 2010.

» Dam project aims to save Aral Sea on BBC
» Il Lago d’Aral sulla wikipedia

Ultime novità

Animali11 anni ago

Galline ovaiole ancora in gabbia: l’Europa ci mette in mora

All'Italia con altri 19 paesi membri arriverà una bella letterina di messa in mora, ossia una consistente multa per non...

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban, qui giace il protocollo di Kyoto

COP17, una lapide per il protocollo di Kyoto?

EcoComunicazione11 anni ago

Ecogeo l’app della Regione Piemonte geolocalizza servizi per l’ambiente

Una nuova app della Regione Piemonte per iPhone permette di conoscere la localizzazione di ecocentri, punti per l'acqua pubblica, colonnine...

Clima11 anni ago

EEA, la hit delle 191 industrie che inquinano di più l’aria in Europa

L'Agenzia europea per l'Ambiente ha stilato la classifica delle 191 industrie pesanti che inquinano l'aria: tra le italiane al 18esimo...

Animali11 anni ago

Bravo Napolitano che nomina Jane Goodall Grande Ufficiale della Repubblica Italiana

la signora delle scimmie jane goodall è stata nominata grande ufficiale della repubblica italiana dal presidente giorgio napolitano

Associazioni11 anni ago

Durban, Greenpeace spedisce una cartolina a Clini dal caos climatico

Una cartolina a Clini dal caos climatico

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban: si discute di Kyoto o di economia?

protocollo di kyoto e cambiamenti climatici a Durban, ma si discute anche di economia delle emissioni

Inquinamento11 anni ago

Regione Puglia: i rifiuti saranno bruciati da nuovi inceneritori

sei nuovi impianti per l'incenerimento in Puglia, la regione sembra abbandonare ogni progetto di raccolta differenziata e riciclo

Foto & video11 anni ago

Natale, luminarie a LED sugli Champs-Elysées alimentate dal fotovoltaico

Miracolo del risparmio energetico e estetico sugli Champs-Elysées a Parigi per le luminarie natalizie

Politica11 anni ago

A Bari le Cartoniadi e a Capannori la Tia personalizzata: guadagnare soldi dai rifiuti

i comuni si attrezzano per guadagnare soldi dai rifiuti, coinvolgendo i cittadini in un araccolta differenziata molto intensa