Carta di plastica: una tecnologia in alto mare


La Toshiba ha inventato una stampante, chiamata B-SX8R, che usa “carta” di plastica riutilizzabile per 500 volte. L'idea non è nuova: si tratta infatti di una riedizione delle stampanti termiche (come i vecchi fax) con un nuovo tipo di foglio fatto di plastica PET, la stessa delle bottiglie. Guardando il video del nuovo portento in funzione o cliccando su continua, scoprirete perchè questa stampante non ha alcuna speranza di avere successo.

Nel presentare il suo ritrovato, l'azienda giapponese dichiara nobili intenzioni: vuole ridurre in modo drastico le emissioni di anidride carbonica legate al ciclo di vita di una stampante. Produrre una normale stampante, con toner o inchiostro, comporta emissioni di CO2 pari a 6,5 kg, mentre l'ingombrante gioiellino di casa Toshiba ne comporta (ufficialmente) solo 1,5 kg. Inoltre, attraverso il riuso “in loco” dei fogli, la stampa termica su PET permette di risparmiare i costi e le energie spese per il riciclaggio della normale carta.

I fogli in PET sono ricoperti da uno strato di pigmenti chimici sensibili al calore e la stampante trasforma questi pigmenti da bianchi a neri e viceversa modulando le temperature applicate al foglio. La si può vedere in funzione in questo (esilarante) video, dove si capisce subito perchè la Toshiba stessa non prevede di essere sommersa dagli ordinativi. La risoluzione di stampa è di soli 300 dpi (la metà delle stampanti oggi più diffuse), la stampa è abbastanza lenta (12 pagine al minuto), ma soprattutto la praticità è pari a zero... la B-SX8R occupa infatti un'intera scrivania ed un foglio costa ben £5 ovvero €7,30 circa. Perdere quattro fogli o non riusarli – che è lo stesso – significa dunque perdere l'equivalente di una buona cena al ristorante. Se ogni singolo foglio non viene riusato 500 volte, il costo di una stampa risulta superiore a quello di una stampante laser. Per questo l'uso privato di questa stampante è escluso, mentre negli uffici dovrebbero essere organizzati processi efficienti di riuso dei fogli.

Ecco un esempio perfetto di “tecnologia non matura”!

Via | BBC News

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: