Casa XS, parcheggiabile

casa piccolissima e decrescente

La casa e' "grande" solo 10 metri quadri. Ci sono un letto matrimoniale, due poltroncine, il tavolo da lavoro, una libreria, una stufetta, la cucina e il bagno. C'è anche un portico per leggere un libro all'aperto nei pomeriggi d'estate. Tutto quel che serve per vivere bene, nulla di più.

Vivere in questo modo, quando e' una scelta consapevole e non una costrizione, ti spinge ad analizzare ogni bisogno materiale e a catalogare gli oggetti in utili e inutili (oltre che in ingombranti e pieghevoli). E' una scelta in cui la qualità vince sulla quantità e sulle dimensioni, per cui, potenzialmente, e' una scelta a basso impatto ambientale. Non a caso la segnalazione di questa minicasa mi e' arrivata dalla ML della decrescita.

L'autore di questa miniatura si lamenta perché i regolamenti edilizi di molte città non gli consentono di abitarla legalmente. "E' troppo piccola", dicono.
Lui, allora, si fa ospitare nei cortili di amici e, quando deve spostarsi in un posto dove non conosce nessuno, va in un parcheggio pubblico, parcheggia la sua casetta e aspetta che qualcuno si fermi a chiacchierare. Di solito trova subito qualcuno che lo ospiti.
Ha fondato anche una associazione che si batte per i diritti di chi vuole vivere nelle minicase.

Quello che mi piace moltissimo dell'atteggiamento mentale di Jay Shafer (l'autore della minicasa) e degli altri che abitano in minicase, e' l'astenersi dal giudicare chi vive in ville grandi come un quartiere. "Non li conosco e non conosco i loro bisogni". Si limitano a dire, felici della loro scelta "su misura".

Il progetto per costruirsela e' in vendita e costa 900 Dollari.

» Small houses challenge our notions of need as well as minimum-size standards su SFgate

  • shares
  • Mail
18 commenti Aggiorna
Ordina: