NON soccorrete i caprioli!

caprioloSe avvistate un capriolo e vi sembra abbandonato, non avvicinatevi.
La sezione ENPA di Savona, l'Amministrazione provinciale ed ambiti territoriali di caccia della provincia savonese hanno lanciato una campagna di informazione per proteggere i caprioli e i leprotti dai soccorsi.

Molte persone di buon cuore quando incappano in un cucciolo si fanno intenerire. Si guardano attorno cercando i genitori (che se ne stanno ben nascosti) e se non vedono nessuno traggono la conclusione che l'animale sia abbandonato o orfano. Toccare il cucciolo anche solo per vedere come sta, però, lo condanna. La madre, al suo ritorno, non ne riconoscerà più l'odore e lo abbandonerà.

Lo stesso accade per molti nidiacei; merli, gabbiani, cornacchie. La cosa migliore da fare e' allontanarsi senza schiamazzi e, in caso, tornare sul posto dopo un paio d'ore a vedere se il cucciolo o il nidiaceo e' ancora lì.

Via | Il Vostro Giornale

» Aiuto: arrivano i soccorsi! dai Parchi del Lago Maggiore

  • shares
  • Mail
17 commenti Aggiorna
Ordina: