Smaltimento olio lubrificante usato, a Roma attivati quattro centri di raccolta AMA-COOU

centro raccolta ama coou

Attivati a Roma quattro centri di raccolta per lo smaltimento dell'olio lubrificante usato di provenienza domestica. Lo rende noto il COOU, Consorzio Obbligatorio degli Oli Usati, a seguito dell'accordo siglato con l'AMA.

Si tratta di una convenzione sperimentale che mira a gestire correttamente i rifiuti pericolosi: i cittadini portano l'olio nei centri di raccolta AMA ed il consorzio provvede a recupero e smaltimento. Il servizio di conferimento dell'olio lubrificante usato è gratuito. Trovate i centri di raccolta in via Teano 38 (Villa Gordiani); via Laurentina, all'altezza dell'incrocio con via di Tor Pagnotta; in piazza Bottero, 8 (lido di Ostia) ed in via dell'Ateneo Salesiano (Vigne Nuove).

I cittadini romani dovranno recarsi, muniti di documento d'identità, presso uno dei centri di raccolta con l'olio usato contenuto in un recipiente chiuso ermeticamente. Potranno poi versarlo direttamente in una delle cisterne di 500 litri presenti nell'isola ecologica.

Dall'olio esausto verrà ricavato nuovo lubrificante oppure combustibile. Come ha sottolineato Piergiorgio Benvenuti, presidente AMA, a commento dell'accordo siglato con il COOU:

Questa importante iniziativa segna un ulteriore passo in avanti verso scelte di sostenibilità ambientale e corretta gestione di tutte le tipologie di rifiuti. Gli oli lubrificanti esausti sono materiali pericolosi che, se smaltiti in maniera errata o irresponsabile, possono rappresentare una seria minaccia per la salute e per l’equilibrio dell’ambiente in cui viviamo. Proprio per questo esorto i cittadini ad approfittare dei quattro centri di raccolta AMA ora attrezzati per ricevere i lubrificanti usati. È assolutamente fondamentale lavorare tutti assieme per incoraggiare sempre di più l’assunzione di comportamenti virtuosi ed ecosostenibili. Non possiamo più permetterci il lusso di consumare risorse senza porci alcun limite, ma è necessario invece investire azioni e tecnologie sui concetti di riciclo e riuso. Concludo ringraziando il Consorzio Obbligatorio degli Oli Usati, nostro partner nel progetto, per l’indispensabile collaborazione.

Via | AMA
Foto | Courtesy of COOU

  • shares
  • Mail