Eolico: ci vogliono certezze normative

eolico a congresso a Milano
"Il settore dell'energia eolica e' pronto ad accettare la sfida dell'obiettivo del 20% di utilizzo di energie rinnovabili per il 2020 ed e' pronto a presentare una soluzione convincente, competitiva e pulita al mix energetico dell'Unione Europea". Lo ha detto Arthouros Zervos, presidente della EWEA (European Wind Energy Association), inaugurando a Milano il convegno europeo sull'energia eolica.

Nel 2006 la produzione eolica copriva il 3% dell'intero fabbisogno europeo. Si stima che entro il 2020 l'eolico potrà arrivare al 12 - 15%. In Danimarca, grazie all'enorme parco eolico offshore nel Mare del Nord, si arriva al 75% già oggi. Per poter sviluppare il settore, l'ANEV (Associazione Nazionale Energia del Vento) chiede a gran voce più certezze normative.

Gli analisti di borsa vedono rosa: prevedono per le fonti a energia rinnovabile tassi di crescita dal 30 al 50%. Il nostro ministro per l'Ambiente e il Mare, Pecoraro Scanio, più che verde vede blu. Secondo lui "l'Italia dovrebbe pensare più seriamente a sfruttare l'energia marina dal momento che si dispone di oltre 8 mila chilometri di costa''. Il suo intervento al convegno sul vento ha poi toccato geotermia, solare termodinamico e altre rinnovabili. Forse i presenti si aspettavano qualcosa di più sull'eolico italiano.

Siamo più o meno tutti d'accordo che l'Italia abbia "bisogno di serie politiche di contenimento delle emissioni dal momento che le ha aumentate di circa il 13% anziché diminuirle del 6,5% come previsto dagli obiettivi del protocollo di Kyoto'', come ricorda lo stesso ministro. Il problema e' che definire le priorità nazionali e locali (estetica o energia? Turismo o industria? riduzione delle emissioni o multe?) e prendersi la responsabilità politica e sociale di pestare i piedi a qualcuno per il bene di tutti, visto che accontentare tutti e' impossibile.


» Pecoraro Scanio: "L´Italia sfrutti di più l´energia marina" su GreenReport
» L'ANEV ad EWEC 2007 chiede certezze al governo italiano da ANEV

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: