Rigassificatori: il panorama pugliese

E’ stata finalmente convocata la conferenza dei servizi per il rigassificatore di Brindisi. Il prossimo 28 maggio (forse) si saprà che cosa ha intenzione di fare il governo: si tratta di scegliere tra autorizzare la British Gas a continuare i lavori, previa realizzazione di un VIA favorevole o revocare l’autorizzazione per mancanza dei presupposti per


E’ stata finalmente convocata la conferenza dei servizi per il rigassificatore di Brindisi. Il prossimo 28 maggio (forse) si saprà che cosa ha intenzione di fare il governo: si tratta di scegliere tra autorizzare la British Gas a continuare i lavori, previa realizzazione di un VIA favorevole o revocare l’autorizzazione per mancanza dei presupposti per il suo rilascio. Attualmente i cantieri sono sotto sequestro, l’ARPA ha rilevato un inquinamento della falda e varie persone sono indagate per concussione e corruzione.

La procedura di VIA per il rigassificatore di Taranto e’ ferma per due mesi, fino a giugno, per ottenere il parere del Consiglio superiore dei Lavori Pubblici in relazione al Piano Regolatore Portuale. Intanto i comitati contrari continuano ad opporsi ai progetti di Gas Natural.

Sorgenia ha intenzione di costruire un rigassificatore anche a Trinitapoli (Puglia) che per ora e’ ancora solo una ipotesi.

Un altro rigassificatore e’ allo studio a Gioia Tauro, grazie ad una collaborazione di Sorgenia con Iride e Med Gas. Questo progetto ha già ottenuto una Valutazione di Impatto Ambientale favorevole, dalla Regione Calabria. Dopotutto Sorgenia vende anche gas.

» Rigassificatore, iniziativa del Comitato per il No su IlMeridiano
» 28 Maggio conferenza dei servizi per il rigassificatore di Brindisi su PugliaTV
» Il rigassificatore a Trinitapoli? Intanto si parte con lo studio di fattibilità dopo Brindisi, Taranto… su laSestaProvinciaPugliese

Ultime notizie su Italia

Italia

Tutto su Italia →