Un potente analgesico dal veleno del black mamba

Si chiama mambalgina ed è un potente analgesico scoperto nel veleno del mamba nero - Dendroaspis polylepis da ricercatori francesi della fondazione Sophia Antipolis .

Lo studio è stato pubblicato su Nature e sembra che la sostanza individuata sia efficace quanto la morfina ma senza i suoi effetti collaterali quali nausea, vomito, stress respiratori.

Interessante è anche la provenienza delle due molecole individuate come mambalgine, ossia nel veleno del mamba nero africano, un serpente lungo 4 metri in grado di uccidere in 20 minuti un uomo con il suo morso. Le mambalgine sono state testate sui topi e spiega Anne Baron la responsabile della ricerca per l'Institut de Pharmacologie Moléculaire et Cellulaire del CNRS francese:

I meccanismi del dolore sono abbastanza simili tra noi e i roditori, e questo ci fa ben sperare che questi peptidi possano rivelarsi efficaci anche nell'uomo.

Nonostante il successo della scoperta prima che si arrivi a un farmaco vero e proprio occoreranno ancora 10-15 anni di studio e sostanziosi investimenti.

Spiega Zoltan Takacs Emerging Explorer di National Geographic nel 2010 e erpetologo e tossicologo:

Le tossine velenose animali hanno un elevato tasso di successo quando vengono trasformate in farmaci e non c'è dubbio che questo sarà sempre più vero in futuro, con un numero sempre maggiore di tossine che verranno scoperte.

Via | Futura sciences, National Geographic
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: