Incendio Dè Longhi: Grillo denuncia il rischio diossina

Incendio Treviso Dè Longhi NubeDopo le notizie rassicuranti diffuse da ogni possibile fonte ufficiale riguardo allo scampato pericolo diossina, Beppe Grillo torna stasera sull’argomento dell’incendio alla Dè Longhi. Sul suo blog si può leggere una lettera in cui si parla di una signora trevigiana disperata per non aver allontanato le proprie bambine, nel giorno del disastro, dal paese di residenza, a 10 km da Treviso. Le due bimbe, di 4 e 1 anno, accuserebbero a tutt’oggi tosse, febbre e raffreddore.

Ma non è tutto: un articolo apparso su La Stampa e ripubblicato da Grillo informa che i residenti dei quartieri trevigiani di Fiera e Selvana hanno rinvenuto nella zona dell’incendio diversi animali morti (volatili e talpe). Gli abitanti delle zone interessate stanno per il momento procedendo al congelamento dei cadaveri rinvenuti: le analisi per stabilire le cause di morte sono infatti costose, ma le “prove” vanno assolutamente conservate. Solo così infatti si potrà conoscere la verità sulla nube tossica di Treviso.

Quello che mi sfugge comunque è il movente: perché tante strutture pubbliche preposte alla tutela della salute e della sicurezza dei cittadini avrebbero dovuto mentire sulle reali concentrazioni di sostanze tossiche nell’aria in seguito all’incendio? Che io sappia, ad effettuare i rilievi in loco al momento dell’incidente sono stati almeno tre organismi diversi: APAT, ARPAV e Vigili del Fuoco. È vero che le tre istituzioni, in momenti diversi, hanno collaborato, ma è possibile che si siano messe d’accordo per non diffondere i dati reali? Oppure Grillo insinua la presenza di un errore nei rilevamenti?

Fra l’altro, se dovessero venire accertati errori nei dati e nelle raccomandazioni diffusi da APAT, ARPAV e VVFF, è certo che qualcuno ne dovrà rispondere. La signora che ha scritto a Beppe Grillo stabilisce un chiaro nesso di causalità fra raccomandazioni dell’ARPAV e decisione di non allontanarsi da Treviso, mentre i residenti di Fiera e Selvana già annunciano la volontà di adire alle vie legali.

Insomma, l’affaire Dè Longhi sembra solo all’inizio: dite la vostra che ho detto la mia.

Via | Beppe Grillo

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: