Le centrali più inquinanti d'Europa

centrali_wwfIl WWF ha stilato una lista delle 30 centrali più inquinanti d'Europa. Da sole, queste centrali emettono il 10% delle emissioni dell'Unione. La nostra centrale di Brindisi guadagna il 25° posto per le emissioni relative, ma al 9° posto in riferimento alle emissioni assolute. Sul podio salgono due centrali greche: la Agios Dimitrios e la Cardia. Al terzo posto la tedesca Niederaußem, mentre seguono altre quattro strutture tedesche. Nel rapporto del WWF potrete comunque confrontare tutta la classifica.

Gianfranco Bologna, direttore scientifico del WWF Italia, ricorda che "l'Unione Europea deve raggiungere il proprio obiettivo di ridurre del 30% le proprie emissioni entro il 2020 e può farlo solo attraverso una revisione della direttiva sul mercato delle emissioni, che deve essere più severa e più efficace. Non possiamo accettare un settore elettrico dove i più sporchi sono anche i più ricchi. L'UE deve garantire che solo chi taglia drasticamente le emissioni di CO2 delle proprie centrali elettriche possa essere premiato".

Non ha proprio senso insistere con la storia del carbone "pulito" (che e' come dire che il blu notte e' più chiaro del nero e quindi e' un colore "chiaro"). Se abbiamo deciso di ridurre 'ste benedette emissioni, riduciamole e basta, accidenti!

Bologna sottolinea ancora che "Oggi dobbiamo puntare sul risparmio energetico, su impianti a ciclo combinato calore-elettricità, su nuove tecnologie sicure e sostenibili di cattura e immagazzinamento di anidride carbonica (cabon capture and storage - CCS), su una massiccia produzione di energia rinnovabile nell'eolico o nel solare, eventualmente importandola per alcune aree europee dall'Europa meridionale e dall'Africa settentrionale."

» La classifica del WWF
» Enel contro Greenpeace
» Inceneritori ed emissioni di CO2

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: