New York: presto una 'grande mela' verde

New York Empire State Building"Ci siamo accorti tutti che il clima è diventato imprevedibile, le estati più lunghe e più calde, e non è solo una sensazione, è una realtà. Lo chiamano riscaldamento globale, ma l'impatto è locale". L'argomento lo conosciamo bene e nessuno si stupirebbe se vi dicessi che ho preso queste parole da una rivista qualsiasi o da un semplice quotidiano. In realtà, però, sono state pronunciate qualche sera fa dal sindaco di New York Michael Bloomberg che a quanto pare vuole lanciare un segnale al mondo con il "C40 Large Cities Climate Summit" che riunirà gli amministratori di 46 grandi città, tra le quali c'è anche Roma, e durante il quale presenterà dei progetti realistici per combattere l'avanzare del riscaldamento globale.

Una decisione del genere non può che far rimanere perplessi, soprattutto quando proviene da un sindaco di una città che finora pare si sia occupata solo di sperperare la maggior quantità di energia nel minor spazio possibile. Però vogliamo dargli fiducia e vediamo cosa si è proposto di realizzare per rendere New York la città più verde degli Stati Uniti.

"I nostri conti - ha spiegato - sono a posto, possiamo investire subito centinaia di milioni di dollari in 127 progetti" tra cui ricordiamo una nuova metropolitana, l'obbligo di costruire case che risparmino energia, tetti federali sulle emissioni inquinanti delle auto, incentivi all'eolico, al nucleare e a chi acquista auto ibride, inoltre, un milione di nuovi alberi piantati in città, 290 nuovi parchi giochi per bambini e persino coltivazioni di cozze nell'Hudson River e nella baia per ripulirle dall'inquinamento. Infine, vorrebbe anche seguire l'esempio del sindaco di Londra introducendo un ticket dal prezzo di 8 dollari per l'ingresso in auto a Manhattan, idea che fino ad ora è stata poco apprezzata dai cittadini.

Bloomberg sarà appoggiato nell'iniziativa dalla "Clinton Climate Iniziative" e dal suo presidente fondatore Bill Clinton che pare abbia già avviato programmi pilota per ottimizzare la spesa energetica di alcune metropoli, i risultati verranno esposti nel corso del vertice.
La strategia, in generale, pare essere stata molto ben vista dal popolo newyorchese, lo dimostrano i sondaggi che pongono Bloomberg in testa tra i sindaci più amati e persino come un ottimo candidato per le prossime elezioni presidenziali. Io aspetterei prima di vedere qualche risultato concreto...non che non mi fidi eh!

» E New York vuol diventare verde con eco-semafori e cozze-spazzino su Repubblica
» La Grande Mela è verde La Nuova Ecologia
» Mayor Bloomberg delivers keynote address at the C40 large cities climate summit

[Domenico Messina]

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: