Premiate tre imprese della green economy Made in Italy

Anche il Made in Italy ha le sue aziende gioiello della green economy. Questa la notizia: la Fondazione per lo Sviluppo sostenibile premia tre aziende italiane che hanno puntato al rispetto dell'ambiente per essere competitive grazie a un imballaggio riciclabile completamente, all'uso di veicoli elettrici per la consegna della posta e all'offerta di un servizio alberghiero ecologico.

Vincono il Premio sviluppo sostenibile 2012 giunto alla quarta edizione la Policarta di Bassano in Teverina (VT), Poste Italiane e Eco Worldhotel di Milano. Il Premio vede il riconoscimento della Presidenza della Repubblica Italiana e con le tre aziende vincitrici saranno premiate anche altre 27 aziende che si sono distinte per il loro approccio sostenibile con una targa durante la cerimonia di premiazione che si terrà il prossimo 9 novembre a Rimini durante Ecomondo. Peraltro In questo scenario si colloca la convocazione degli Stati generali della Green economy, chiesti dal Ministero dell'Ambiente a Ronchi per il prossimo 7-8 novembre a Rimini che come sostengono Ronchi e Clini:

preparati con una serie di workshop tematici, in modo da arrivare a definire 'Un programma di sviluppo della green economy per contribuire a far uscire l' Italia dalla crisi' " che dovrà anche dare "un contributo concreto alla preparazione della strategia e delle politiche europee per la green economy.


E veniamo alle motivazioni che hanno decretato la vittoria delle tre imprese. Dunque la Policarta ha presentato un imballaggio per prodotti alimentari completamente riciclabile; Poste italiane invece è stata premiata per il progetto Postal Zev (zero emission vehicle) ossia per l'uso di un quadriciclo elettrico che recupera energia dalle frenate e per la ricarica delle batterie da piccoli impianti a biomasse da scarti agricoli; EcoWorldHotel vince il premio per l'offerta di servizi alberghieri in tutta la sua catena di una ricezione altamente orientata alla sostenibilità.

Ha detto Edo Ronchi, ex ministro per l'ambiente e presidente della Fondazione per lo Sviluppo sostenibile:

In questo fine 2012 l’Italia continua ad attraversare una crisi irrisolta che sollecita non solo un rigoroso impegno nei conti pubblici, ma anche un credibile nuovo progetto di sviluppo durevole ed ecologicamente sostenibile. La green economy potrebbe costituire l’asse di questo nuovo progetto di sviluppo e le imprese innovative, come quelle premiate e segnalate da questo premio, potrebbero avere un ruolo di apripista per lo sviluppo futuro.

Via | Italia Oggi
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: