Acrilamide nelle patatine, multa alla KFC

acrilamide
In un post di ieri sulla qualità e il prezzo del pane un lettore ci ricordava il problema dell’acrilamide, sostanza tossica che può essere presente nei prodotti cotti ad alte temperature. Girando sul web ho trovato questa notizia: la Kentukky Fried Chicken dovrà informare i suoi clienti sulla presenza della sostanza nelle patatine fritte. C’è di più. Alla società toccherà pagare una multa di 340mila (condanna del 2005) dollari per aver violato la Proposition 65, norma che impone di indicare in etichetta la presenza di sostanze pericolose nei cibi.

Poter mangiare patatine fritte senza acrilamide non è un’utopia, almeno secondo alcuni ricercatori dell'Università di Mersin in Turchia. La soluzione sarebbe nella precottura nel microonde così da diminuire i tempi di cottura. Una cosa è certa, se un giorno si scopriranno delle patatine fritte che non fanno male (per tante altre ragioni oltre l’acrilamide) griderò al miracolo!

» Kentucky Fried Chicken Settles Suit da www.knx10702.com

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: