La scimmia nuda e gli evoluzionisti pedofili

mostra a Trento sull'uomo e il suo rapporto con l'ambiente

A Trento e' stata inaugurata "la scimmia nuda", una mostra in cui l'uomo e' visto inizialmente nelle sue relazioni con l'ambiente, come un animale nella Natura, e che prosegue esponendo ciò che differenzia l'uomo dagli altri animali: linguaggio articolato, arte, modificazione del territorio tramite l'agricoltura... fino alla rivoluzione genomica.

Un lettore (Harlock) mi fa notare come da alcuni ambienti religiosi, che vedono l'evoluzionismo come la base del relativismo etico che minaccia i "loro" valori, sono arrivate pesanti critiche alla mostra.
In pratica si dice che divulgare l'evoluzionismo significa negare l'intervento divino. Negare l'esistenza e le azioni di Dio implica un rifiuto dei valori e una minaccia sociale intollerabile. Minaccia contro cui le pecorelle vanno protette.

Eccovi alcuni passaggi dalle news di una associazione di Trento che riassume le posizioni di alcuni (vi consiglio di leggervi comunque tutto l'articolo su Libertà e Persona):

Si tratta del sospetto che dietro l’apparente neutralismo, dietro lo sbandierato rigore scientifico della mostra, si celi una sottile motivazione ideologica. Quella di ridurre l’uomo ad prodotto casuale, frutto fortuito dell’evoluzione.
[...]
E cosa pensare dell’affermazione che vorrebbe ridurre l’uomo ad un semplice animale? Tolta l’ipotesi di Dio le cose non potrebbero essere che queste.
[...]
Non è forse oggi, particolarmente viva in tanti ambienti “progressisti” una deriva primitivista, fatta di istinto, irrazionalità, disimpegno, vivere alla giornata. Un primitivismo che vorrebbe legittimare i rapporti plurimi fra uomo e donna, la poligamia, la pedofilia, il diritto al sesso sicuro, la droga, lo sballo, l’assenza di ogni tradizione, radice. Si tratta della stessa linea evolutiva che esalta il diritto a non avere figli, ad una vita senza l’onere dell’impegno, del sacrifico, persino dell’amore.

Vi state scaldando? Hihihi... esattamente quello a cui mirava l'autore dello scritto.

Analizziamo insieme la tecnica oratoria di questo messaggio, scomponendola in passaggi:


  1. si parte da una mostra (caso particolare) e si generalizza fino ai massimi sistemi

  2. si citano pensatori famosi, con argomentazioni logiche, poi si passa ad una dialettica emotiva, piena di luoghi comuni tirati nel discorso e accostati gli uni agli altri senza un nesso di causa ed effetto

  3. si denigra l'altro, lo si rende "diverso" attribuendogli una serie di dis-valori, che dovrebbero far stringere i lettori a quadrato, a difesa dei valori "veri" condivisi dal gruppo

Siete ancora caldi? Io no. So, come sapete voi, che essere evoluzionisti non implica necessariamente essere pedofili e nemmeno essere tutte le altre brutte cose che ci appiccicano addosso.

Riesco a vedere la paura che noi "evoluzionisti" (inconsapevolmente) ispiriamo a costoro. Credo che abbiano paura dei "cattivi" e che cerchino di spiegarsi filosoficamente come sia possibile diventare cattivi. Cercano di spiegarsi l'esistenza del male. Cercano di combattere il male attaccando quelle che ritengono essere le tentazioni intellettuali con cui il Diavolo abbindola la gente.

Cercano di proteggersi costruendosi un'armatura mentale: "noi crediamo in Dio, per cui non verremo contaminati da queste idee che portano alla corruzione" e cercano di differenziarsi dai cattivi e dai corrotti "noi abbiamo dei valori sani, gli altri adorano demoni".

Sbagliano, mordono, potrebbero (vorrebbero?) provocare una escalation contro gente che, altrimenti, non li avrebbe nemmeno presi in considerazione.

Siete ancora caldi? Io si. Mi sono riscaldata.
Ora che ho masticato e digerito le parole che ci sono state scagliate contro, posso raccoglierle e usarle per fertilizzare i gerani (non so se mi sono spiegata).

La prossima volta che incontrate uno che vi attacca brandendo le Scritture, prima di rispondere impugnando L'evoluzione della Specie ricordatevi che e' spaventato da qualcuno che non siete voi, che magari ha letto per tutta una vita articoli come quello che vi ho presentato e che, magari, in fondo in fondo e' un buon diavolo.
:-)

  • shares
  • Mail
62 commenti Aggiorna
Ordina: