Seguici su

Alimentazione

Gli squali mangiati dagli italiani

Gli squali ci dovrebbero temere. In particolare dovrebbero preoccuparsi proprio degli italiani.
Secondo un recente rapporto della Shark Alliance l’Italia risulta essere il 4° paese al mondo per importazione di carne di squalo dopo Spagna, Corea e Hong Kong. Parliamo di oltre 13’000 tonnellate nel solo 2006.

Più di un terzo delle specie esaminate in acque europee è in pericolo di estinzione; dei restanti, il 20% rischia di diventarlo presto. L’Unione Europea ha adottato otto anni fa il Piano d’Azione della FAO sugli Squali, ma proprio l’Italia, che è una delle maggiori importatrici, non l’ha ancora integrato nella sua legislazione.

Oltre al bioaccumulo di sostanze tossiche, alla pesca e alle catture accidentali, l’altra pratica che mette a repentaglio la sopravvivenza degli squali e’ quella di staccar loro le pinne e ributtare le carcasse a mare.
Gli studi fatti dopo la regolamentazione messa in atto da parte dell’Unione Europea hanno mostrato come si sia diffusa la pratica di pescare gli squali, “spinnarli”, e dichiarare di averne pescati di meno. Il trucco funziona perché il rapporto pinne/carcasse in vigore legale, purtroppo, lo consente. Stando al numero delle pinne, e non al loro peso, vengono uccisi tre volte tanti squali rispetto a quanto sarebbe permesso pescare. Si pensa pertanto di costringere i pescherecci a portare a terra gli squali con ancora le pinne attaccate, per poter conteggiare esattamente il pescato.

Sulle tavole arrivano, oltre ai ritardi legislativi, anche le truffe: ad esempio il verdesca (meno pregiato ) a volte viene spacciata per il palombo (più pregiato). Il verdesca (Prionace glauca), per esempio, si trova anche in altri prodotti come le zuppe di pesce congelate (tipicamente la zuppa di pinne di pescecane e’ fatta di questo squalo). In alcuni discount italiani tranci di verdesca possono costare appena 65 centesimi al chilo. Le pinne, invece, raggiungono anche i 500 Euro al chilo.

Per fortuna questa specie non e’ in particolare pericolo, però per loro valgono gli stessi ragionamenti fatti per i tonni: ha ecologicamente poco senso nutrirsi di grandi predatori, al vertice delle piramidi alimentari marine, visto che abbiamo moltissime alternative, altrettanto gustose.

» Gli italiani? Divoratori di squali su VareseNews
» Sharks at risk: Scientists say EU shark finning ban ineffective and call for major change

Ultime novità

Animali11 anni ago

Galline ovaiole ancora in gabbia: l’Europa ci mette in mora

All'Italia con altri 19 paesi membri arriverà una bella letterina di messa in mora, ossia una consistente multa per non...

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban, qui giace il protocollo di Kyoto

COP17, una lapide per il protocollo di Kyoto?

EcoComunicazione11 anni ago

Ecogeo l’app della Regione Piemonte geolocalizza servizi per l’ambiente

Una nuova app della Regione Piemonte per iPhone permette di conoscere la localizzazione di ecocentri, punti per l'acqua pubblica, colonnine...

Clima11 anni ago

EEA, la hit delle 191 industrie che inquinano di più l’aria in Europa

L'Agenzia europea per l'Ambiente ha stilato la classifica delle 191 industrie pesanti che inquinano l'aria: tra le italiane al 18esimo...

Animali11 anni ago

Bravo Napolitano che nomina Jane Goodall Grande Ufficiale della Repubblica Italiana

la signora delle scimmie jane goodall è stata nominata grande ufficiale della repubblica italiana dal presidente giorgio napolitano

Associazioni11 anni ago

Durban, Greenpeace spedisce una cartolina a Clini dal caos climatico

Una cartolina a Clini dal caos climatico

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban: si discute di Kyoto o di economia?

protocollo di kyoto e cambiamenti climatici a Durban, ma si discute anche di economia delle emissioni

Inquinamento11 anni ago

Regione Puglia: i rifiuti saranno bruciati da nuovi inceneritori

sei nuovi impianti per l'incenerimento in Puglia, la regione sembra abbandonare ogni progetto di raccolta differenziata e riciclo

Foto & video11 anni ago

Natale, luminarie a LED sugli Champs-Elysées alimentate dal fotovoltaico

Miracolo del risparmio energetico e estetico sugli Champs-Elysées a Parigi per le luminarie natalizie

Politica11 anni ago

A Bari le Cartoniadi e a Capannori la Tia personalizzata: guadagnare soldi dai rifiuti

i comuni si attrezzano per guadagnare soldi dai rifiuti, coinvolgendo i cittadini in un araccolta differenziata molto intensa