Led Solari in India e Nepal

Grameen Surya Bijli FoundationTorniamo a parlare di Yunus Muhammad, non per questioni finanziarie ma perchè pare proprio che il banchiere "dei poveri" sia anche un banchiere "illuminato", in tutti i sensi.

Spero ci permetterete l'innocente gioco di parole, ma la buona notizia letta oggi sull'Ansa è per certi versi stupefacente.

La Grameen Surya Bijli Foundation di Yunus Muhammad ha ideato ed installato in India led alimentati a energia solare. Il risultato è che un villaggio intero viene illuminato con la stessa quantità di energia elettrica necessaria per una lampadina da 100 Watt.

Stesso tipo di operazione in Nepal, dove verranno sostituite le lampade a kerosene con lampade portatili che funzionano grazie una batteria alimentata da un pannello solare da 3W.

Anche l'Onu sta spingendo con finanziamenti di vario tipo, in varie aree del mondo, agevolando il passaggio dalle vecchie lampade a sistemi di illuminazione simili, in modo da ridurre anche l'inquinamento derivante dai fumi del kerosene.

Come testimonianza personale posso dire di aver visto alcuni sistemi solari per l'illuminazione in Finlandia, durante l'ultima operazione Clausbuster. Anche con poche ore di luce a disposizione, piccoli sistemi di alimentazione riescono a garantire una illuminazione discreta per diverse ore. Per "discreta" si intende una luce sufficiente per poter compiere normali operazioni di tutti i giorni, ma che non è assolutamente paragonabile ad una lampadina "normale".

Si tratta certamente di piccoli passi, ma che messi assieme possono costituire un grande contributo per la riduzione della produzione di C02 immessa nell'atmosfera.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: