Acari, allergie ed ecologia

lavare a bassa temperatura non uccide gli acariIl risparmio energetico, tradotto in pratica nel lavaggio a basse temperature, non ammazza gli acari della polvere.

Lavando a 30 gradi ci si libera del 6% degli acari, mentre a 60 gradi la pulizia e' davvero "profonda". A studiare questi problemi sono stati dei coreani, che li hanno presentati alla American Thoracic Society Conference.

A lavare a 40 gradi, invece che a 60, si consuma un terzo di energia in meno. Abbassando ulteriormente la temperatura di dieci gradi, il risparmio aumenta notevolmente, ma aumenta anche la quantità di sostanze scatenanti allergie che non vengono distrutte (pollini, cellule di animali, ...) dalla temperatura.

Distruggere termicamente questi allergeni non e', fortunatamente, l'unico modo che abbiamo a disposizione per liberarcene. Basta risciacquare i capi in acqua fredda. Semplice ed ecologico (se poi usate l'acqua, ad esempio per il gabinetto).

Dalla Proctor and Gamble (che vende detersivi studiati apposta per lavare a bassa temperatura) ci tengono a specificare che gli acari non danno allergia, e' una proteina contenuta nei loro escrementi a dare problemi. Per pulire lenzuola e vestiti dalle cacche di acaro, basta un lavaggio a bassa temperatura.

Se proprio volete liberarvi (per un po') anche degli acari, potete lasciare i capi in freezer per una notte.

Via | BBC

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: