Niente più foreste rase al suolo nel libro della giungla, gli impegni della Walt Disney

campagna deforestazione walt disney

Che i libri per bambini, anche quelli che celebrano animali a rischio estinzione, come Il libro della giungla, utilizzino carta prodotta abbattendo l'habitat delle specie in pericolo, è quantomeno contraddittorio e non è sfuggito al Rainforest Action Network (RAN) di San Francisco.

La RAN da due anni, dopo essere stata inizialmente presa poco sul serio dai dirigenti della Walt Disney, è riuscita ad avviare un dialogo serio e costruttivo con l'azienda per definire politiche rispettose delle foreste pregiate dell'Indonesia. La Walt Disney, giovedì scorso, in un comunicato ha annunciato che ridurrà il consumo di carta nelle sue pubblicazioni, non userà più prodotti con fibre provenienti da foreste classificate come High Conservation Value Areas, massimizzerà l'impiego di carta riciclata e si rifornirà da aziende certificate dal Forest Stewardship Council.

Un impegno affatto trascurabile se si considera che la Walt Disney è uno dei maggiori editori mondiali di libri per bambini, senza contare che nei suoi cartoni e film celebra spesso animali della foresta e non dovrebbe esimersi dal farlo anche nel mondo reale.

carta disney

Questi animali non stanno vivendo una favola per colpa dei colossi della carta che deforestano legni pregiati in aree di alto valore ambientale, lasciando senza casa e forme di sostentamento decine di animali, a dispetto dei controlli.

Riporta il Guardian che la Walt Disney ha tagliato i rapporti con l'Asian Pulp and Paper (APP), il terzo produttore di carta del mondo, e con l'Asian Pacific Resources International Holdings (April), entrambe accusate dagli attivisti di deforestare selvaggiamente le foreste indonesiane. In Indonesia il tasso di deforestazione ha raggiunto valori esorbitanti: scompaiono irreversibilmente un milione di ettari ogni anno. È ora di voltare questa triste pagina, spiega la RAN, partendo proprio dai libri per bambini che fanno sognare di foreste intatte e preservate mentre la realtà purtroppo è ben diversa proprio a causa di quegli stessi libri.

Foto | Courtesy of Rainforest Action Network

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: