Se vola non e' biologico

etichette bio per frutta e verdura. foto PixsellerI prodotti di importazione che hanno volato potrebbero non poter essere più etichettati come "biologici" nel Regno Unito.

L'etichetta "biologico" riassume, agli occhi dei compratori, valori di cura e attenzione per l'ambiente, oltre alle modalità di produzione. La maggiore organizzazione che rilascia questa etichetta nel Regno Unito (la Soil Association) sta valutando una serie di proposte che tengano in considerazione le emissioni di gas serra durante il ciclo di vita dei prodotti.

Le scelte a disposizione della commissione esaminatrice spaziano dalla non eleggibilità di prodotti provenienti da altri continenti come biologici, fino alla più moderata indicazione obbligatoria della provenienza o una indicazione delle emissioni o delle miglia percorse.
In pratica verrebbero svantaggiati i prodotti altamente deperibili, non di stagione, che volano per arrivare subito nei supermercati britannici.

La Soil Association riconosce che il trasporto aereo potrebbe aiutare i Paesi in via di Sviluppo, dotati di poche infrastrutture, a portare i loro prodotti sul mercato e si e' detta disponibile a tenere questi aspetti in considerazione, nel prendere le sue decisioni. Non sono poche le associazioni di categoria che nascondono richieste protezionistiche dietro paraventi ecologici. Certo e' che una etichetta che aiuti il consumatore a scegliere prodotti a basso impatto ambientale sarebbe molto utile.
L'estensione ecologica delle etichette potrebbe portare alla definizione di quelle unità di misura ecologiche di cui discutevamo qualche tempo fa su ecoblog.

» Organic move to cut food flights on BBC

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: