Rifiuti: come discarica, niente di meglio di un'oasi

Discariche: niente di meglio delle oasi?

Il decreto dell'11 maggio sull'emergenza rifiuti ha individuato quattro siti per sversare il pattume che imperversa sulle strade campane: Savignano Irpino (Avellino), Terzigno (Napoli), Sant'Arcangelo Trimonte (Benevento) e Serre (Salerno).
Di questi, ben due - Terzigno e Serre - si trovano dentro o in prossimità di un parco naturale. 2 su 4: un record. Capisco l'emergenza, ma la domanda sorge più che spontanea: non si trovava proprio niente di meglio delle oasi per aprire le discariche?

Per il geologo Giovan Battista dè Medici, che pare abbia collaborato a titolo gratuito col commissariato per i rifiuti dal gennaio di quest'anno, l'alternativa esiste e come.

Lui stesso ha detto in una recente conferenza di aver consegnato al commissariato - nel mese di febbraio - una lista di siti idonei per le discariche (Vallesaccarda, Vallata, Macedonia e Bisaccia), siti che si sarebbero potuti mettere a norma nel giro di 20 giorni. Il geologo afferma di non capire perché Bertolaso e la sua vice Di Gennaro si siano incaponiti nell'uso di cave dismesse e nella scelta di aree sensibili dal punto di vista ambientale.

Per il professor dè Medici, le aree individuate da lui e dal suo staff sono ideali non solo dal punto di vista ambientale e geologico, ma anche dal punto di vista strategico, perché servite da una serie di superstrade interne, già utilizzate da camion che trasportano enormi pale eoliche, quindi adatte ai compattatori dei rifiuti.

Pare inoltre che sia i coordinatori del Ministero dell’Ambiente, che i dirigenti dell’Apat appoggiassero le scelte del dè Medici, ma che la Dott.ssa Di Gennaro insistesse sul sito di Serre di Persano.

Se le cose stanno così, la storia infinita dell'emergenza rifiuti si tinge di giallo: visto che il Prof. dè Medici afferma di non aver mai ricevuto risposta sul perché delle scelte del commissariato, credo che a questo punto il commissariato una risposta la deva, tanto più che oggi il famoso decreto sull'emergenza rifiuti fa il suo spettacolare ingresso nelle aule del Senato e precisamente alla commissione ambiente, dove inizia la discussione per la sua conversione in legge. Ci aspettiamo grandi chiarimenti dall'analisi che la commissione compirà, perché una cosa è certa: l'emergenza non esime dal compiere scelte motivate. Può darsi che il Prof. dè Medici si sbagli, ma è importante avere tutti gli elementi per giudicare. Quello che mi domando io è: se il commissariato ha agito bene, perché non spiega chiaramente i motivi della scelta delle oasi sul proprio curatissimo sito internet? Ci vuole un'audizione al senato per spiegare i motivi di una scelta così grave? Cosa non andava negli altri siti che erano stati proposti?

Via | VivaCampaniaViva

» Discariche ed emergenza rifiuti in Campania di Giovan Battista dè Medici su peacelink

  • shares
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina: