Redazione di ecoblog invasa dai topi

Topi in casa. foto Giona

Matteo (a Bruxelles) ha i topi, Eugenio (ad Amsterdam) ha i topi, io (nella vecchia casa di Utrecht) ho avuto i topi in casa.

Nel Benelux (Belgio - Paesi Bassi - Lussemburgo) le case in centro città sono spesso di legno e avere i topi in casa e' abbastanza comune. Talmente comune che nel reparto casalinghi dei supermercati, tra le spugnette per lavare i piatti e le vaschette di alluminio, si trovano le trappole per i topi.

Come ci siamo accorti di avere i topi in casa?
[Matteo] Quando sono arrivato, ho notato delle strane pasticche colorate in alcuni angoli, mentre in altri c'erano curiosi sacchettini di plastica contenenti un liquido colorato.
[Eugenio] Mi ero allontanato dalla cucina e tornando non ho più trovato il toast che stavo mangiando. No scherzo, ho semplicemente visto il tipo saettare qui e là.
[Lumachina] Fortunello! Noi ne abbiamo trovato uno cotto nel tostapane, uno che nuotava in una bacinella sotto il lavandino che perdeva e uno che guardava la tv con noi, la sera.

Vi hanno danneggiato cibo, vestiti, libri o cavi?
[Eugenio] Magnano come tigri. Faccio la spesa due volte una per me e una per loro. Poi sono sempre più sfacciati, prima stavano solo in cucina, ieri sera li ho beccati a farmi compagnia in camera da letto.
[Lumachina] Ad un nostro coinquilino hanno rosicchiato gli appunti di lavoro.
[Matteo] Fortunatamente se ne stanno ai piani bassi, in cantina e cucina (che è a livello giardino), mentre le camere sono dal primo piano in su. La cosa più fastidiosa è che in cantina, dove si trova la lavatrice, si sente odore di urina di topo e in alcuni punti sono presenti "regalini" delle simpatiche bestiole.

Come state pensando di affrontare il problema?
[Lumachina] Lotta biologica: abbiamo affittato un gatto.
[Eugenio] Ho una trappola a gabbia che ho modificato per non fare male al topo. Il problema e' che la gabbia e' abbastanza grande per il topo, ma non per la sua coda. Quindi chiudendosi con lo scatto stritolava la coda del povero topino.
[Matteo] Oltre al veleno poco si può fare: io sono in affitto e fra l'altro trasloco a fine giugno...

L'idea di combattere degli animali ostili vi sta facendo riconsiderare i vostri valori etici?
[Lumachina] No. Penso che dar la caccia ai topi sia nell'ordine naturale delle cose, se sei un gatto.
[Matteo] Direi di no: anche l'igiene è un valore etico fondamentale... è alla base dell'incredibile innalzamento dell'aspettativa di vita nei paesi sviluppati a partire dal secolo scorso!
[Eugenio] No 'sti topini sono simpatici, si chiamano topini di Amsterdam, certo che se fossero ratti la penserei diversamente. Il problema però e' che faccio sempre più fatica a catturarli, mi sa che hanno capito il trucchetto della gabbia con il formaggio....

Eugenio, che ci fai con i topi che catturi?
Li libero al parco, ma secondo me tornano a casa nel giro di un ora. Volevo anche tenerli come animali domestici, nella gabbietta tipo criceti, ma il veterinario mi ha detto che non e' salubre.

Chiudo con dei consigli per chi si trovasse nella nostra condizione:


  • Non lasciate in giro avanzi di cibo (lavate subito i piatti e okkio alle patatine sul divano)

  • Chiudete cibo e vestiti in scatole ermetiche (il cartone non basta)

  • Tappate con stucco i buchi nei muri (ingresso dei tubi dei termosifoni, prese elettriche, porte scorrevoli...)

  • Pulite a fondo tutta casa, lavando anche dietro agli armadi e tirando fuori le cose dagli scaffali

  • shares
  • Mail
15 commenti Aggiorna
Ordina: