Depuratore Acea Ato2: Ricky Tognazzi e Gianni Alemanno su Twitter per i diritti dei cittadini

La notizia della chiusura delle indagini sul depuratore Acea Ato2 di Roma Nord ha scatenato reazioni interessanti, che sono lieto di poter riportare.

L'attore e regista Ricky Tognazzi, che a Roma vive a Malagrotta ed ha molto a cuore le tematiche ambientali proprio per i veleni che da quarant'anni appestano la Valle Galeria, letto l'articolo di Ecoblog, grazie a Twitter ha "proposto" una class action di cittadini.

Effettivamente i primi danneggiati dalla vicenda del depuratore Acea Ato2 sono proprio gli abitanti della Capitale: oltre al danno ambientale, la beffa economica (anch'essa motivante il rinvio a giudizio dei tre responsabili dell'impianto): i contributi richiesti in bolletta alle voci "fognature" e "depurazioni" infatti non sono mai stati utilizzati.

Andiamo con ordine; letto il nostro articolo, l'attore e regista Ricky Tognazzi ha twittato:

data-in-reply-to="257845925123346433" lang="it">

@spinellibarrile @ecoblogitpovero
Tevere!.CLASSACTION SUBITO contro chi inquina BENI PRIMARI DI TUTTI:
fiumi, mare,aria,faldeacquifere

— ricky tognazzi (@TognazziR)
data-datetime="2012-10-15T14:59:49+00:00">Ottobre 15,
2012

Un'idea decisamente valida e brillante, da cittadinanza attiva e che dimostra la rabbia, l'interesse e la passione di chi, di ambiente malsano, non vuol più sentir parlare:

forse ho visto troppi film americani, ma credo che la class action sia un ottimo modo per andare a fondo nella questione, non solo sul Tevere, che è in uno stato disgustoso. Ho avuto occasione di poterlo navigare su un barcone ed è stato come fare un safari, con ratti orribili dalle dimensioni spaventose. Eppure il Tevere è il fiume di una città che nasce qui proprio per via di questo corso d'acqua ma che, al contrario di Parigi, o Londra, ha ormai perso ogni rapporto con il suo fiume. Ma bisognerebbe anche attivarsi giuridicamente sulle falde acquifere inquinate a Malagrotta e sulla situazione della Valle Galeria

mi ha spiegato Tognazzi. Ho allora voluto girare la proposta direttamente al sindaco Gianni Alemanno, sempre grazie a Twitter; la class action è uno strumento giuridico valido per la cittadinanza che vuole tutelare i propri interessi e la propria salute.

Tuttavia, sia a livello politico che civico, la costituzione di parte civile ad opera del Comune di Roma nel processo che verrà darebbe più forza alla richiesta di verità e giustizia sul depuratore Acea Ato2 sequestrato dalla Procura di Roma, riavvicinando molto la cittadinanza alle istituzioni che, con un gesto semplice e doveroso, non farebbero altro che tutelare gli interessi della collettività.

Il sindaco Alemanno ha risposto ai nostri tweet in questo modo:

data-in-reply-to="257861398426705920" lang="it">

@spinellibarrile @tognazzir @ecoblogit lo reputo un atto
dovuto

— Gianni Alemanno (@AlemannoTW) data-datetime="2012-10-15T22:26:33+00:00">Ottobre 15,
2012

Un esempio di tweet che fa notizia: il Comune di Roma si costituirà parte civile al processo a carico dei tre responsabili dell'impianto di depurazione acque Acea Ato2; un "atto dovuto" per il quale ora aspettiamo i fatti, fiduciosi e certi che il sindaco manterrà fede a quanto tweettato.

Nel frattempo sono venuto a conoscenza del costo che grava su Acea per il sequestro del depuratore: 2 milioni di euro al mese, secondo il consigliere comunale Massimiliano Valeriani del Pd:

Acea Ato2 non potendo interrompere l’opera di depurazione ha dovuto provvedere allo smaltimento dei liquami tramite un costoso sistema di trasporto su strada presso altri depuratori della società già autorizzati. Tale rimedio grava attualmente sulle casse di Acea e dopo sulle tariffe dei cittadini.

Personalmente ci terrei ad aggiungere un'ultima piccola postilla: il sindaco Alemanno ha deciso, successivamente alla conversazione che vi ho riportato, di bannare il sottoscritto dal suo Twitter; mi risulterà impossibile quindi interagire nuovamente con lui, seguirlo e fargli avere notizie. Aspetterò di leggere la costituzione di parte civile del Comune sui giornali: sono certo che Alemanno, nonostante l'antipatia che ha dimostrato nei miei confronti, manterrà fede alla promessa.

Foto | TmNews

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: