EcoSport: 500 miglia di Indianapolis a biocarburanti

la 500 miglia di Indianapolis quest'anno a eco-carburanti Sempre più notizie "ambientaliste" dal mondo dei motori. Dopo il campionato di Rally e F1 a emissioni zero, e l'annuncio che nel forse nel 2011 la F1 userà bioetanolo, ecco un altro evento che farà sentire più sollevati gli ambientalisti appassionati di sport a motore.

Domenica scorsa si è corsa la 500 miglia di Indianapolis, una delle gare più attese e famose negli USA, giunta alla sua 91^ edizione. Quest'anno la gara è stata caratterizzata da una novità ambientalista: l'utilizzo di biocarburanti.
Tutte le monoposto che hanno partecipato alla gara hanno infatti utilizzato bioetanolo ottenuto dalle coltivazioni agricole del Midwest. L'organizzatore della gara, Tony George, è anche stato premiato dalla National Farmers Union (l'equivalente della Coldiretti in USA) per questa iniziativa.

Negli USA pare che l'attenzione verso i carburanti verdi sia molto alta, si stima che si apra un distributore di biocarburanti nuovo alla settimana. In Italia un po' meno, per essere diplomatici. Eppure la Coldiretti dice che produrre biocarburanti in Italia si può.

Per la cronaca, la gara è stata vinta dallo scozzese Dario Franchitti, e la gara è terminata con 35 giri di anticipo (su 200) causa maltempo. Ma se volete saperne di più lascio il compito agli amici di Motorsportblog.

Via | Coldiretti.it

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: