La cocaina inquina l'aria di Roma

aria inquinata da droghe. lo dice il CNR. foto GypsyRockUno studio del CNR (Consiglio Nazionale delle Ricerche) presentato oggi ha misurato quanta cocaina, tra le altre polveri, e' presente nell'aria di Roma e di Taranto. I soliti inquinanti non fanno notizia, gli stupefacenti "gratis e pubblici", si.

La cocaina non dovrebbe stare nell'aria. Per definizione, ogni "cosa" presente in concentrazioni non naturali e' un inquinante, per cui la polvere bianca (0,1 nanogrammi per metro cubo) ricade nella categoria. Le concentrazioni maggiori si sono trovate in inverno, intorno all'università La Sapienza.

Dal CNR si premurano di specificare che non e' detto che gli studenti universitari siano dei forti consumatori di stupefacenti. Potrebbe essere stato solo un caso determinato dalla scarsità dei punti di misura scelti. Le maggiori concentrazioni invernali potrebbero essere dovute a fattori meteo: d'inverno l'aria ristagna e gli inquinanti si accumulano.
Taranto potrebbe dovere la minor quantità di cocaina nell'aria proprio alla ventilazione naturale. Non ci sono studi del genere in altre città, ma e' facile immaginare cosa si respiri a Milano, Bologna o altrove...

Il CNR cercava specificatamente tracce di sostanze "anomale" nell'aria e oltre alla cocaina e al benzopirene (un idrocarburo cancerogeno diffuso nel fumo di sigaretta, negli scarichi degli autoveicoli e nelle emissioni da combustione), i ricercatori hanno trovato cannabinolo (hashish e marijuana) e le più banali nicotina e caffeina. Queste ultime sono diffuse con maggiore uniformità "dimostrando l’estrema diffusione del consumo di queste sostanze e la loro permanenza nell’aria ambiente" spiega il dr. Cecinato dell’Iia-Cnr.

Il direttore dell’Iia-Cnr, Ivo Allegrini, ha poi parlato di come polveri sottili (PM10) e altri inquinanti possano avere degli effetti congiunti. "Accanto a inquinanti sopravvalutati, convivono in aria composti complessivamente più pericolosi, completamente trascurati". Le fonti degli inquinanti urbani (curiosamente non citate negli articoli che ho letto su vari giornali) sono identificate nel traffico veicolare, nel riscaldamento domestico, oppure in particolari insediamenti industriali.

Via | CNR

» Allarme da una ricerca del Cnr "Nell'aria di Roma c'è cocaina" su Repubblica
» Cnr, anche cocaina non solo smog nell'aria sul CorSera

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: