Si dimette John Dalli commissario europeo per la Salute ma fan degli OGM

John Dalli commissario europeo alla salute e ai diritti dei consumatori si è dimesso da poche ore con effetto immediato per poter difendere la propria reputazione dalle accuse emerse dopo l'inchiesta del servizio antifrode Olaf.

Al centro della vicenda che tocca Dalli le norme antitabacco e l'uso dello snus, il tabacco da masticare. Secondo una nota di Bruxelles:

Nel maggio scorso la 'Swedish Match', società svedese produttrice di 'snus' collegata a Philip Morris in una joint venture per la sua commercializzazione, ha denunciato alla Commissione europea di essere stata avvicinata da un imprenditore maltese che vantava "contatti" con il connazionale Dalli e "mirava a guadagni per influenzare le possibili future proposte legislative sullo 'snus'".


E Dalli, secondo gli inquirenti, ne sarebbe stato effettivamente a conoscenza.

Commenta così Alessandro Triantafillydis, presidente di AIAB dimissioni i Dalli:

Di lui ricorderemo l’apertura agli OGM o la riammissione delle farine animali nelle diete zootecniche, inappropriate per un Commissario Europeo chiamato a presiedere il dossier Salute e Tutela dei Consumatori. In questi anni, il Commissario ha brillato per il suo lavoro di rimozione di ogni ostacolo all’approvazione e ingresso in Europa di OGM. Auspichiamo pertanto che lasci il suo posto a chi sia realmente interessato alla salvaguardia della salute pubblica e possa divenire davvero un punto di riferimento per quell’Agenzia Europea per la Sicurezza Alimentare (EFSA) che vogliamo indipendente e scevra da quella vicinanza all’industria che ha costretto Dalli alle dimissioni.

Via | Euronews, comunicato stampa Aiab, GRR
Foto | Getty Images

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: