Biocarburanti, Ue: occorre ridurre l'impatto sul clima

Ridurre l'impatto che la produzione di biocarburanti ha sul clima: sembra quasi un ossimoro, eppure è così, anche i biocarburanti possono inquinare e, visto il boom che si registra ultimamente (e che fa ben sperare), è cosa buona e giusta che ci si cominci a porre il problema, almeno prima che questo diventi tale.

L'Unione Europea in tal senso è già operativa:

recenti studi scientifici hanno dimostrato che, quando si tiene conto del cambiamento indiretto della destinazione dei terreni, ad esempio laddove la produzione di biocarburanti comporti uno spostamento della produzione alimentare a destinazione umana o animale verso terreni non agricoli quali le foreste, può risultare che, di fatto, alcuni biocarburanti contribuiscono alle emissioni di gas serra tanto quanto i carburanti fossili che sostituiscono.

Fin dall'esplosione di questo nuovo mercato è apparso abbastanza chiaro che non tutti hanno lo stesso impatto in termini di gas serra e sul consumo di suolo agricolo; la Commissione Europea per l'ambiente e l'energia ha presentato proprio oggi una proposta per limitare l'impatto mondiale della produzione di biocarburanti:

Sarà limitata al 5% la quota di biocarburanti derivati da alimenti utilizzabile ai fini del conseguimento dell'obiettivo del 10% di energie rinnovabili fissato dalla direttiva sulle energie rinnovabili

L'obiettivo è quello di stimolare la produzione di biocarburanti alternativi di seconda generazione, derivanti da materie prime non alimentari e che quindi emettono gas serra in quantità nettamente inferiori ai combustibili fossili, mantenendo un controllo fin dalla produzione:

Per la prima volta nella valutazione delle prestazioni dei biocarburanti in termini di emissioni di gas ad effetto serra si terrà conto delle stime dell'impatto della conversione dei terreni a livello mondiale.

La Commissione ha spiegato che si, i biocarburanti in linea generale sono sempre maggiormente sostenibili rispetto ai combustibili fossili, ma che le intenzioni sono, dal 2020, di finanziare solo quelli con criteri di sostenibilità particolarmente avanzati.

Secondo il Commissario europeo Oettinger questa proposta porterà incentivi solo a quei biocarburanti che daranno i migliori risultati, aumentando la concorrenza e la qualità del "prodotto finito".

Via | European Commission
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail