L’orango resta in gabbia

Una giornalista di Roma (Monica Maggi) ci scrive per raccontarci che nel Bioparco, recentemente ristrutturato quasi tutti gli animali sono stati tolti dalle gabbie e ora vivono in recinti ampi, in cui si e’ cercato di ricostruire il loro ambiente.Una famiglia di oranghi (mamma, babbo e piccolino) vive ancora in una gabbia di cemento e

Una giornalista di Roma (Monica Maggi) ci scrive per raccontarci che nel Bioparco, recentemente ristrutturato quasi tutti gli animali sono stati tolti dalle gabbie e ora vivono in recinti ampi, in cui si e’ cercato di ricostruire il loro ambiente.

Una famiglia di oranghi (mamma, babbo e piccolino) vive ancora in una gabbia di cemento e guarda fuori attraverso un vetro blindato. La triste ironia della situazione e’ che la “colpa” e’ degli oranghi: sono troppo intelligenti per restarsene dentro un recinto come fanno gli altri primati. Svitano, smontano, incastrano, costruiscono e … scappano.

Un recinto a prova di orango costerebbe un milione di euro e il Bioparco, al momento, tutti questi soldi non li ha. Per questo Monica ha in programma una serie di iniziative culturali: teatro, spettacoli per bambini, reading di poesia, concerti, tutti pensati per dare anche agli oranghi la possibilità di allargarsi come gli altri animali.

Ultime notizie su Animali

Gli animali e la problematica ecologica: le specie in via di estinzione, le curiosità, la difesa degli animali, le associazioni animaliste.

Tutto su Animali →