Ricerca sull'energia: 60 milioni di euro a disposizione

Bersani annuncia fondi per ricerche sull'energia

Il ministro dello Sviluppo Economico Pierluigi Bersani ha annunciato il piano di finanziamento triennale di ricerche sul sistema elettrico italiano. Il fondo a disposizione e' di 60 milioni di Euro, che si aggiungono alla quota che già noi contribuenti versiamo tramite le bollette.
La ricerca avrà lo scopo di "consentire, nel medio e lungo termine, uno sviluppo del sistema elettrico coerente con le necessità economiche e sociali del Paese e con i nuovi obiettivi di qualità ambientale del sistema di produzione di energia."

Tra i punti da approfondire ci sono filoni di ricerca come l'affidabilità e la sicurezza del sistema elettrico, la produzione di energia dal carbone e il relativo sequestro di CO2, le prestazioni ambientali degli impianti a ciclo combinato, l'idrogeno e le fonti rinnovabili, i sistemi per la generazione distribuita e l’uso efficiente dell’energia e per finire la partecipazione italiana agli accordi di cooperazione tecnologica internazionale.

A beneficiare di questi fondi saranno ENEA, CNR e Cesi Ricerca. ENEA e CNR sono istituzioni pubbliche, CESI Ricerca e' a maggioranza pubblica (51% ENEA) mentre il 49% e' controllato da CESI (Centro Elettrotecnico Sperimentale Italiano Giacinto Motta SpA). La CESI, nel suo sito, si definisce "leader nel mercato delle prove e certificazioni di apparati elettromeccanici e delle consulenze sui sistemi elettrici".

Via | MSE

  • shares
  • Mail
24 commenti Aggiorna
Ordina: