Aumentano i piranha in Brasile

Morsi di piranha in aumento. Foto Marcelometal

Il numero di esseri umani attaccati dai piranha (Serrasalmus spilopleura) in Brasile e' cresciuto molto, fino a spingere le autorità locali a proibire la balneazione nel bacino del Lejaedo, dove più di 100 persone sono state morse dai pesci. In Amazzonia e nel Mato Grosso sono stati segnalati molti casi di aggressioni a persone, per fortuna non letali.

Una delle ipotesi per spiegare questo cambiamento di dieta e' la scarsità dei pesci di cui si nutrono abitualmente. Questo cambiamento di dieta e' dovuto alla siccità: i corsi dei fiumi si sono ristretti, adesso nelle acque nuotano molti meno pesci del normale e quei pochi non bastano ai piranha, che rivolgono la loro attenzione verso nuove prede.

Un'altra ipotesi, presentata sul journal of Wilderness and Environmental Medicine, attribuisce l'aumento del numero dei piranha alla presenza di dighe lungo i fiumi. Le dighe rallentano il corso dell'acqua e creano molte più zone con vegetazione di riva, zone favorevoli alla crescita dei giovani piranha. Una diga fa aumentare di 10 volte il numero dei piranha.

Nonostante queste notizie, un altro gruppo di ricercatori sostiene che i Piranha siano molto meno aggressivi di quanto comunemente si pensi. La loro teoria e' che i banchi di pesci siano una forma di difesa, piuttosto che un gruppo di attacco. I piranha, secondo le osservazioni della St Andrews University, sarebbero onnivori e solo occasionalmente attaccherebbero grandi prede. I morsi ai bagnanti sarebbero spiegati come difesa del nido da parte di genitori preoccupati per la propria prole.

» Piranha 'less deadly than feared' On BBC
» Piranha increase 'due to dams' on BBC

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: