EcoSport: palle certificate e solidali

Palla da rugby solidale e certificata Leggo su Gristmill, un sito ambientalista americano, di come si stia cercando di rendere più etici e ambientalisti anche le palle e i palloni utilizzati nei vari sport. La Fair Trade Sports produce infatti palloni equi e solidali e utilizza materiali certificati dal Forest Stewardship Council.

Un pallone da calcio, ad esempio, è fatto di tre componenti principali:
- un guscio esterno (30% del totale, fatto di pelle sintetica)
- una camera d'aria interna (quasi il 70% del pallone, fatto di gomma)
- le tinte, meno dell'1%


La pelle sintetica ha sostituito da tempo la pelle naturale (per la quale si potrebbe chiedere il rispetto di una serie di certificati per la riduzione dell'impatto ambientale e "cruelty free" per il trattamento degli animali), e al momento la Fari Trade Sport non ha ancora avuto modo di rendere più ambientale questa componente. Così come per le tinte, ma si impegnano a lavorarci sopra.
Il grosso delle palle viene però costruito utilizzando lattice proveniente da foreste indiane certificate dal Forest Stewardship Council, logo che è stato ottenuto e annunciato in occasione dello scorso 22 Aprile, Giornata Mondiale della Terra.

Oltre alla certificazione FLC dei materiali utilizzati, la Fair Trade Sport si preoccupa anche delle condizioni di lavoro di chi produce le palle. Queste vengono prodotte da piccole cooperative nel Pakistan che hanno ottenuto certificazione dal FLO (Fairtrade Labelling Organizations International), ovvero dall'organismo internazionale che concede certificazioni di commercio equo e solidale in seguito alla verifica del rispetto di alcuni principi. A questi lavoratori vengono garantiti un salario giusto e condizioni di lavoro "umane".

via | Gristmill

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: